Il risultato emerso dalle urne nelle recenti Elezioni Politiche dello scorso 4  marzo ha rappresentato il malessere di molta parte dei cittadini italiani consegnando alla politica un Paese sostanzialmente spaccato in tre parti: a partire da questo esito e, soprattutto, dalle cause che lo hanno generato, il Partito Democratico nazionale dovrà fare una profonda riflessione interna. Tornare a proporre in modo chiaro i temi proprio del Centrosinistra, valorizzare gli Amministratori Locali che possiedono radicamento territoriale e credibilità(come dimostrato anche nelle Elezioni Amministrative dello scorso anno nella nostra Città).

A livello locale, in attesa della ripresa dei lavori di manutenzione dei manti stradali e degli interventi di messa in sicurezza di alcuni percorsi pedonali, l’Amministrazione ha consegnato alla cittadinanza nelle settimane scorse alcuni nuovi spazi che divengono veri e proprio servizi liberi e gratuiti: l’area di “sgambamento” cani di via Venaria e la palestra a cielo aperto presso il Prato della Fiera. Due interventi di cui si era parlato nei mesi scorsi e che ora sono divenuti concrete realtà.

A livello programmatico la Giunta guidata dal Sindaco Baracco ha aderito a due bandi regionali per accedere a finanziamenti volti alla realizzazione di importanti progetti: il primo è quello relativo ai “Percorsi urbani del commercio” ed è volto alla sistemazione della centrale via Carlo Cravero; mentre il secondo fa riferimento alla realizzazione di una rete di piste ciclabili tra Venaria Reale e Lanzo  denominata “Progetto VeLa” che coinvolge 12 Comuni del nostro territorio. Progetti di ampio respiro che guardano ad un futuro sostenibile della nostra Città e del nostro territorio e rispondono alla richiesta di molti dei nostri cittadini. Inspiegabilmente, parte delle Opposizioni Consiliari hanno deciso di astenersi dal voto, ad esempio, sul documento programmatico inerente i “Percorsi urbani del commercio”: c’è da chiedersi quale sia la motivazione che spinge tali forze politiche locali a non voler aderire a iniziative che possono portare benefiche ricadute economiche sul nostro territorio. Durante la seduta del Consiglio Comunale dello scorso 26/03/2018 sono state approvate, tra gli altri punti, anche le tariffe dei servizi a domanda individuale (tutti quei servizi, scolastici e non solo, che vedono interessate centinaia e centinaia di famiglie): anche per quest’anno non è stato previsto alcun aumento garantendo così ai nostri concittadini l’accesso a servizi di qualità a tariffe agevoli. Tale manovra ben compensa il (peraltro contenuto)“ritocco” della tariffa rifiuti resosi necessario dallo scorporo di Mappano. In merito alla questione relativa ai rapporti con il nuovo Comune di Mappano occorre registrare, purtroppo, che, ai continui e ripetuti tentativi di concertazione messi in campo da parte del Comune di Caselle, gli Amministratori di Mappano non hanno voluto far corrispondere simile volontà nell’addivenire a soluzioni condivise dei problemi rifiutandosi, di fatto, di seguire le indicazioni della Corte dei Conti e della stessa Città Metropolitana che lo scorso 14/03/2018 ha deliberato i criteri di riparto delle spese di personale: il percorso si presenta, pertanto, decisamente in “salita”.

Ricordiamo che per rimanere aggiornati sulle attività del Circolo del Partito Democratico di Caselle (oltre che delle sue articolazioni metropolitane, regionali e nazionali), del quale la presente lista è espressione, è a disposizione il nuovo sito internet del Circolo (http://www.pdcaselle.it/) e la già nota pagina Facebook. Inoltre, la sede del Circolo in via Cravero è aperta ai cittadini per raccogliere proposte e suggerimenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.