Caselle Calcio – una vera rivoluzione

Caselle Calcio

531
foto di Aldo Merlo
foto di Aldo Merlo

 CASELLE CALCIO 2012

Chiusa la stagione 2017/2018 del Caselle Calcio.

Nell’ultima giornata della “regular season” i rossoneri hanno terminato la partita sull’1-1 finale, recuperando lo svantaggio iniziale. Il Caselle conclude così l’anno sportivo al 2° posto finale, frutto di 57 punti conquistati in 28 giornate. Questo piazzamento consente ai rossoneri di partire dal 3° turno dei Play Off, affrontando la vincente di River Mosso – Pianezza. Proprio domenica 27 maggio si è disputata River Mosso – Caselle, match valido per proseguire nella corsa ai play off.

Il match è da subito infuocato, con il Caselle che si porta in vantaggio al 6’ con Francesco  Borrello.

La partita diventa piena di emozioni con occasioni da entrambe le parti, ma è il River Mosso a trovare il pareggio su calcio di rigore al 29’. Prima che l’arbitro decreti la fine del primo tempo, arriva il nuovo vantaggio rossonero con Aprà. Si arriva al secondo tempo dove il Caselle può amministrare il vantaggio mentre gli ospiti sono costretti a dover vincere.

Sembra un copione già scritto, ma alla mezz’ora succede di tutto! Il River Mosso, nell’arco di due minuti, prima trova il pareggio (ancora su rigore) e poi trova addirittura il gol del vantaggio.

Da quel momento è il Caselle a dover provare il tutto per tutto: purtroppo, nonostante la mole di occasioni prodotte, non arriva il gol del pareggio.

Finisce così 2-3 con il River Mosso che avanza al turno successivo, lasciando i ragazzi di Santomauro a bocca asciutta.

Termina una stagione si altalenante, ma che avrebbe meritato di essere conclusa in altro modo per la squadra rossonera.

I ragazzi di mister Santomauro sono stati tutto l’anno nelle posizioni altissime di classifica, arrivando secondi dietro al Carrara. Ora è partita la rivoluzione e occorre vedere quali giocatori verranno confermati. Già annunciato dalla società che verrà presentata la richiesta di ripescaggio per la Promozione.

Nel frattempo sta per concludersi la stagione di tutte le squadre impegnate nel settore giovanile, attualmente impegnate con gli ultimi tornei.

Nel frattempo è già stato presentato lo staff del Caselle per la stagione 2018/2019, annata che si annuncia piena di novità per i colori rossoneri.

Al timone della società ci sarà sempre Nicandro Pertosa, confermato come presidente. Entrano come nuovi membri del direttivo il vicepresidente Roberto Carbone, il direttore generale Maurizio Aprà e il direttore sportivo Raffaele Balluardo. Sono i quattro “totem” intorno a cui verrà costruita una società nuova per il mondo del calcio: nell’impiantistica, nella struttura sportiva, nella filosofia e negli obiettivi.

Annunciato anche il nuovo organigramma tecnico.

L’allenatore della Prima squadra sarà Andrea Di Muro, quest’anno al San Maurizio Canavese. Nel suo staff Luca Goteri preparatore atletico, Giuseppe D’Agostino preparatore dei portieri e Roberto Moretto come irigente accompagnatore.
Grosse novità anche nelle giovanili. Paolo Gribaudo (in arrivo dal Collegno Paradiso), oltre che responsabile dell’area tecnica, sarà allenatore della Juniores. Gli Allievi 2002 saranno affidati a Simone Pellerino (in arrivo dalla Sisport), per gli Allievi fascia B 2003 c’è Costantino Sponzilli, ex Sanmauro. Da Sanmauro arriva anche il già citato Luca Goteri, tecnico dei Giovanissimi 2004. Infine, assume direttamente la guida dei Giovanissimi fascia B 2005 Christian Zullo, che quest’anno ha vinto il campionato Allievi di Torino con il Pianezza.

Come preparatore atletico delle giovanili c’è Mattia Peretto, dei portieri si occuperà Mauro Barbero con la sua scuola “Io paro”.
Tutto definito anche per quanto riguarda la Scuola calcio. Esordienti a Roberto Melis (ex San Maurizio), Esordienti fascia B a Franco Lupino (ex Sanmauro), Pulcini 2008 al responsabile della Scuola Calcio Michele Gentile, Pulcini 2009 a Matteo Moretto (ex Valdruento), Maurizio Tomasi confermato ai 2010, infine dei Piccoli Amici si occuperanno Alberto Aprà e Domenico Zappavigna.

Come già annunciato dal nuovo direttivo, il progetto vuole portare il Caselle ai vertici del calcio torinese nel giro di tre o quattro anni, attraverso una gestione imprenditoriale: “Vogliamo fare in modo che la società venga gestita in modo aziendale e che diventi autosufficiente dal punto di vista finanziario, per non dipendere dagli umori di una sola persona”, ha ribadito il presidente Nicandro Perosa. Prima di tutto le strutture: “L’intervento principale – parola del direttore generale Maurizio Aprà – riguarda il rifacimento del campo 4, quello di fianco al campo principale in erba naturale, che diventerà un sintetico di ultima generazione, con una nuova tribuna con relativi spogliatoi: in questo modo avremo a disposizione ben quattro campi da gioco. Poi, il bar verrà trasformato in bar-pizzeria-ristorante, con un grande de hors esterno per accogliere feste e attività ricreative. Terzo, ci occuperemo del risparmio energetico, e installeremo un impianto fotovoltaico”. Conclude Roberto Carbone: “Gli investimenti nelle strutture non devono essere fini a se stessi, ma devono avere una valenza sportiva e sociale che duri nel tempo. Io sogno una società a misura dei bambini e dei ragazzi, che sappia guardare prima di tutto ai loro interessi e alla loro crescita umana e sportiva”.

Tante parole, idee chiare e obiettivi ambiziosi: adesso,  come sempre nel mondo del calcio, si aspettano le risposte del campo (e della società).

I proclami sono stati tanti e ambiziosi, non resta che fare i migliori auguri al nuovo direttivo. I colori rossoneri hanno sofferto tanto, troppo, negli ultimi anni e meritano di tornare a vivere di luce propria: in bocca al lupo!

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.