Anche quest’anno l’Amministrazione comunale di Caselle ha deciso di partecipare a “Puliamo il Mondo”, la giornata organizzata da Legambiente per sensibilizzare i cittadini italiani ad un maggior rispetto della natura e dell’ambiente che ci circonda.
Anche quest’anno l’assessore all’Ambiente Giovanni Isabella si è fatto in quattro per organizzare la mattinata, ma anche quest’anno, come l’anno scorso, non può dirsi completamente soddisfatto… Ancora una volta, a latitare è stata soprattutto la scuola.
Le parole, amare, di Isabella: “Dispiace che, anche quest’anno, la scuola sia assente. L’anno scorso c’era stato un problema di comunicazione tra le istituzioni, ma questa volta sono stati messi i volantini informativi nei diari. Neanche così ha funzionato, ma la colpa non è certamente dei ragazzi, al limite lo è dei genitori. Peccato perché tutto ciò evidenzia una scarsa sensibilità sul tema: un giorno, i loro figli saranno gli adulti di domani e dovrebbero fornir loro un buon esempio. Credo che sia necessario, per favorire la loro partecipazione, spostare l’iniziativa al venerdì, come è stato fatto a Mappano per esempio. Ne avevo già parlato, vediamo per il prossimo anno”. “Desidero comunque”, prosegue l’assessore, “ringraziare tutti quelli che, invece, hanno creduto nell’importanza di questa iniziativa e ci hanno quindi aiutato in questa mattinata. Un ringraziamento perciò agli Alpini, al Centro Anziani, alla Protezione Civile, al sindaco Baracco, all’assessore Santoro, ai cittadini (una ventina) che hanno partecipato con i loro figli (una decina), alla SETA che ci ha fornito il necessario supporto. Abbiamo riempito tre mezzi di immondizia abbandonata e, grazie all’aiuto della Polizia Locale, raccolto dati ed informazioni che potrebbero portare a sanzionare chi ha abbandonato determinati tipi di rifiuti senza pensare alle successive conseguenze. Abbiamo coperto, più o meno come lo scorso anno, la zona intorno all’Ecocentro: i dintorni del C’Entro, parte di via alle Fabbriche e di via Venaria, la zona della pista ciclopedonale delle Stura”.
Speriamo che il prossimo anno si vedere una marea di studenti, com’è successo a Mappano: loro sono il nostro futuro…

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here