Da qualche giorno è stata aperta al traffico veicolare la futura via Anna Frank. “La futura” è solo perché manca ancora il cartello “fisico” con l’indicazione toponomastica.

Come dichiarato dall’assessore alla Viabilità Massimo Tornabene, vi è ora “più sicurezza con l’isola pedonale, realizzata di fronte alle scuole dell’Infanzia e Primaria. Un intervento che, oltre a mettere in sicurezza l’area scolastica, ha risolto la criticità provocata dall’intervento edilizio deliberato dall’Amministrazione di Caselle nel 2016 che ha comportato il restringimento della carreggiata di Via Generale dalla Chiesa, area antistante all’incrocio con Via Don Murialdo”.
“Ora è aperta dunque la viabilità che connette Via Don Murialdo, Via Marconi, Via Generale dalla Chiesa, Via Avogadro con Via Anna Frank”
, prosegue l’assessore, “nel frattempo si informa la cittadinanza che lo scorso 26 novembre la Prefettura di Torino ha autorizzato la nuova denominazione delle 5 vie con medesima intitolazione presenti nel territorio comunale a seguito dell’accorpamento dai precedenti comuni di appartenenza. I residenti e le imprese riceveranno nelle prossime settimane apposita comunicazione”.

Nelle prossime settimane quindi, si risolveranno anche i casi di “vie doppie”, con l’intitolazione a 5 figure femminili dei tratti stradali scelti a suo tempo dalla Giunta Grassi come quelli meno impattanti dal punto di vista burocratico.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here