6.4 C
Comune di Caselle Torinese
30 Novembre 2021, 1:38 pm

Caselle, grande serata alla Pro Loco

Molto di più di una semplice "amatriciana"

È stata davvero una grande serata quella organizzata dalla Pro Loco di Caselle Torinese, che ha visto protagonista assoluto il past president dell’UNPLI nazionale Claudio Nardocci.
Proseguendo quella che ormai si sta consolidando come una piacevolissima tradizione, Nardocci è tornato a Caselle per regalarci una grande momento conviviale a base della sua  canonica interpretazione di uno dei piatti più amati della cucina laziale, la pasta all’amatriciana.
Laziale di Ladispoli, Nardocci questa volta però ha voluto stupirci e si è esibito in una variante “fusion” della ricetta, preparando un ragù che univa, in un riuscitissimo matrimonio, il guanciale romano con il salame di turgia. Il risultato è sta sorprendente,  nient’affatto blasfemo e ha soddisfatto pienamente i 130 palati riuniti nel salone della Pro Loco casellese.
Al cospetto dell’intera Giunta comunale, è stato bello notare come attorno allo stuolo di tavoli si siano ritrovati alcuni esponenti delle più importanti associazioni casellesi, uniti da volontà di intenti comuni e vedute che vanno ben oltre un semplice momento conviviale.
Se un segnale doveva essere, il segnale è giunto forte e chiaro: c’è una voglia nuova di lavorare insieme a Caselle e per Caselle.
Se il moto iniziale è arrivato da una  serata “all’amatriciana”, lode a Claudio Nardocci per  l’esecuzione della ricetta, lode alla Pro Loco casellese che ha saputo riunire in un colpo solo quello che potrebbe rappresentare una cospicua porzione del nostro futuro prossimo.
 
 
Elis Calegari
Elis Calegari è nato a Caselle Torinese il 24 dicembre ( quando si dice il caso…) del 1952. Ha contribuito a fondare Cose Nostre, firmandolo sin dal suo primo numero, nel marzo del '72, e, coronando un sogno, diventandone direttore responsabile nel novembre del 2004. Iscritto all' Ordine dei Giornalisti dal 1989, scrive di tennis da sempre. Nel corso della sua carriera giornalistica, dopo essere stato anche collaboratore di presdtigiose testate quali “Match Ball” e “Il Tennis Italiano”, ha creato e diretto “Nuovo Tennis”, seguendo per più di un decennio i più importanti appuntamenti del massimo circuito tennistico mondiale: Wimbledon, Roland Garros, il torneo di Montecarlo, le ATP Finals a Francoforte, svariati match di Coppa Davis, e gli Internazionali d'Italia per molte edizioni. È tra gli autori di due fortunati libri: “ Un marciapiede per Torino” e “Il Tennis”. Attualmente è anche direttore responsabile di “0/15 Tennis Magazine”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Advertisment -

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi ogni giorno, sulla tua casella di posta, le ultime notizie pubblicate

ULTIMI ARTICOLI

Le braccia alzate

0
C’è da pensarci. Inesorabilmente cresce la massa di chi auspica l’arrivo dell’uomo forte, del regime che spiana qualsivoglia problema, una sorta di Vajont che metta...