La società SMAT sta predisponendo un nuovo sistema di pagamento per i propri Punti Acqua.
Naturalmente stiamo parlando dell’acquisto dell’acqua frizzante refrigerata, vista la gratuità dell’erogazione dell’acqua naturale, sia essa refrigerata o a temperatura ambiente.
In queste settimane, la società sta infatti dotando, ad esempio quello di Caselle lo è già, tutti gli impianti di un lettore POS che consentirà il pagamento con carte bancarie, postali o prepagate aderenti ai circuiti Pagobancomat, Visa, Maestro e Mastercard. Al momento, naturalmente, il sistema non è ancora attivo, ma tutto ciò presuppone la progressiva sparizione delle card prepagate e dei loro distributori, atti anche alla loro ricarica.
Gli utenti potranno quindi far uso delle card di SMAT fino al loro esaurimento di credito, compresi i 4 euro di cauzione trattenuti al momento dell’erogazione della card stessa (in alternativa si potrà chiedere il rimborso della cauzione stessa).
Il nuovo sistema scelto dall’azienda non prevede, almeno per ora, costi aggiuntivi per l’utente.

Rispondi