Cade esattamente a inizio mese, domenica 1 dicembre, l’edizione 2019 della Fiera di Sant’Andrea. Una fiera tradizionalmente importante per il mondo agricolo della zona, in quanto costituisce l’ultimo appuntamento nel calendario dell’anno per il commercio del bestiame. L’appuntamento per questo è anche inserito nel calendario fieristico regionale.

Prosegue pertanto lo sforzo dell’Amministrazione Comunale, e del vicesindaco Paolo Gremo in prima persona, in stretta collaborazione con le associazioni dei commercianti e degli agricoltori, per valorizzare questo appuntamento. Paolo Gremo: “Agricoltura & commercio, tra passato e futuro era questa la denominazione di un percorso, iniziato 6 anni fa. Un percorso di crescita, che nasceva dalla consapevolezza, già allora, dell’arrivo del nuovo insediamento sulle Aree ATA, e sulla conseguente importanza di fare qualcosa per prepararsi ad intercettare una porzione, anche piccola, dei grandi flussi di visitatori che ne conseguiranno. La nostra strategia si può così riassumere: creare nuovi eventi e rimodernare quelli esistenti. Così, anno per anno, manteniamo quello che abbiamo già costruito, ma cerchiamo di fare qualcosa in più. Nel caso della Fiera di Sant’Andrea, si tratta appunto, senza stravolgere nulla, di introdurre qualche miglioria, o elemento di novità. Ad esempio: abbiamo notato che, fra le 12 e le 14, c’è un fisiologico calo di pubblico, perché molti vanno a mangiare a casa. Allora abbiamo pensato di proporre, in piazza Boschiassi, un piatto della tradizione per questo periodo, il bollito misto, che sarà servito, a cura della LAC (Libera Associazione Commercianti), in uno stand gastronomico in piazza Boschiassi. Può essere l’occasione per creare un momento conviviale comune, per operatori e visitatori della fiera.”

Oltre al piatto di bollito in piazza Boschiassi (che sarà disponibile anche per asporto), altra innovazione proposta dalla LAC d’intesa col Comune è l’inserimento lungo via Cravero di stand con i prodotti di aziende agricole del territorio. “Ci saranno banchi con prodotti sfiziosi, come lo zafferano e le marmellatine da abbinare ai formaggi – anticipa Gabriella Vietti per la LAC”.

Un’altra golosa novità, per questa edizione 2019, è invece preannunciata dalla presidente della Pro Loco casellese Silvana Menicali: oltre ai libri e alle altre pubblicazioni dell’associazione, ci saranno le frittelle di mele allo stand Pro Loco in piazza Boschiassi.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here