Un Megafono per la Pro Loco di Pinerolo

61

PiazzeAmicheWEBLa rubrica questo mese torna ad occuparsi di giornali di pro loco. E lo fa con particolare compiacimento, per dare una buona notizia. Quando nasce un nuovo giornale, è infatti sempre una buona notizia. La cosa poi succede a poche decine di chilometri da noi, per iniziativa dell’Associazione Turistica Pro Pinerolo, guidata dal giovane neopresidente Enrico Maulucci.

Nel mese di luglio è infatti uscito il primo numero de Il Megafono, notiziario della Pro Loco di Pinerolo. Così il panorama dell’editoria periodica del mondo delle pro loco torinesi si arricchisce di una seconda testata, che si affianca a Cose Nostre di Caselle, finora l’unica presente sul territorio della Città Metropolitana torinese. Non possiamo che dare il benvenuto al nuovo giornale, anche a nome dell’intera comunità GEPLI.


Il Megafono, un moderno strillone per la città

Tratto dal saluto ai lettori del Presidente della Pro Pinerolo

“Gentili lettori, nel nostro piccolo e con grandi sacrifici, abbiamo iniziato a ripensare l’A.T. Pro Loco Pinerolo e le sue molteplici attività. Una piccola prova di quanto appena affermato è il periodico che avete tra le mani, frutto della penna di giovani e talentuosi giornalisti di Pinerolo e edito in collaborazione con L’Eco del Chisone. La testata si chiama IL MEGAFONO non solo perché il nome ci è piaciuto molto fin da subito, ma perché esso rende l’idea in modo chiaro di che cosa il comitato redazionale ed il direttivo della Pro Pinerolo vogliono fare nei prossimi anni attraverso la rivista che tenete in mano. Come moderno strillone, il Megafono vuole gridare alla città di Pinerolo e a tutto il pinerolese le informazioni, gli appuntamenti, le notizie e le curiosità del nostro territorio, del mondo dell’associazionismo e delle pro loco del territorio, favorendo nei lettori, curiosità, voglia di partecipare, spirito ed orgoglio di appartenenza.”

Enrico Maulucci, Presidente della Pro Loco Pinerolo

 


Cosa fa la Pro Pinerolo? Ce lo spiega il suo Direttivo

È dal 1957 che la Pro Pinerolo si adopera a favore della città di Pinerolo e dei suoi cittadini con molteplici attività rivolte ai soci e non solo. Nel corso degli anni alcune attività e manifestazioni hanno esaurito la propria forza vitale e pertanto non sono state più riproposte, altre hanno conservato intatta la loro attualità e la loro capacità di incuriosire ed attrarre un vasto pubblico. Tra gli appuntamenti storici e ricorrenti per la cittadinanza sicuramente spicca il Carnevale di Pinerolo, che, rivisitato in chiave pedonale, ha ovviato alle insidie organizzative e normative che ne minacciavano l’esistenza ed ha così mostrato quanto sia longeva la tradizione carnevalesca del pinerolese insieme alla voglia di tutti i cittadini di tornar bambini per un giorno. Tra le iniziative culturali è sempre gradito il premio “Pinarolium”, conferito alle personalità meritevoli del territorio che hanno dimostrato di avere straordinarie capacità personali tanto da distinguersi e dare lustro alla Città di appartenenza. Ogni anno, nel periodo estivo, la Pro Pinerolo si onora di conferire l’ambito premio. Tra gli appuntamenti imperdibili a sfondo sportivo, vi sono quelli legati a Pinerolo CITTÀ DEL PEDALE. La ciclostorica ‘la Classica’ (per appassionati) e la nuovamente ritrovata Pinerolo Pedala (aperta a tutti), accolgono i pinerolesi al rientro dalle vacanze estive e costituiscono un importante momento di aggregazione e divertimento famigliare.

A concludere l’anno le attività natalizie organizzate in stretta collaborazione con l’amministrazione comunale. A far da cornice a questi eventi, tante altre iniziative a favore dei soci e non, come il Tour delle 500, raduni di auto storiche, i mercatini di Natale, tornei di bocce, gare di carte, visite guidate e tour organizzati, spettacoli teatrali, e tante idee nuove che non attendono altro che essere sviluppate.

La Pro Pinerolo è anche attenta alla promozione delle tematiche sociali, tanto da aver stretto una collaborazione a sostegno dell’associazione AMA.LE, associazione nata per sostenere la ricerca e la cura delle malattie genetiche rare.

Abbiamo anche dei sogni. Sogniamo di organizzare la prima sagra enogastronomica di Pinerolo, una semplice occasione per passare ore liete promuovendo e degustando le eccellenze del territorio con il coinvolgimento delle altre pro loco limitrofe ed il rilancio delle attività ludico sportive per creare momenti di aggregazioni tra cui una squadra di calcio ed una di pallavolo.

E voi avete delle idee? Dei progetti da proporci? Avete voglia di darci una mano? Scriveteci a [email protected] o chiamateci in sede al numero 0121.374477. Al prossimo numero de “Il Megafono”!

Il Direttivo della Pro Pinerolo


 

Premi a confronto

Se da noi c’è il “Casellese dell’Anno”, a Pinerolo si assegna il “Pinarolium”

Ad accomunare le due associazioni Pro Loco di Caselle e di Pinerolo, oltre ai due giornali Cose Nostre e il nuovo nato Il Megafono, c’è un’altra iniziativa. Quella del premio annuale a concittadini o associazioni meritevoli.

Nel caso di Pinerolo, il premio si chiama Pinarolium e viene assegnato da molto più tempo del Casellese dell’Anno.

“Pinarolium” fu infatti istituito nel 1972. Il suo Albo d’Oro annovera eroi della Resistenza, pittori, scultori, musicisti, magistrati, politici, editori, musei, associazioni di volontariato, storici, sportivi, vescovi, scienziati, ricercatori, fotografi, eccetera. Centinaia di soggetti, singoli individui o associazioni. Citiamo gli ultimi a ricevere questo riconoscimento, che a Pinerolo, a differenza di Caselle, può essere assegnato a più soggetti. Il Pinarolium 2018, conferito con cerimonia tenutasi il 1 giugno 2019, ha visto così premiati l’eclettico artista Osvaldo Malvizzati, l’atleta pallavolista Maurizia Borri e l’Associazione Italia Nostra – sezione pinerolese “Ettore Serafino”.

Per chiudere, un’altra curiosità. Fra i giornali di Pro Loco facenti parte della comunità GEPLI, altri tre hanno questa consuetudine di premiare annualmente chi si è distinto nella comunità:

– a Lu Monferrato, con “Il Luese dell’anno”, assegnato a gennaio quando cade la festa del patrono San Valerio;

– a Magenta (MI), viene assegnato il San Martino d’Oro;

– infine, a Mortegliano (UD), il Sigillo d’Oro di San Paolo.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.