Anche quest’anno Caselle si appresta a festeggiare, come da tradizione, Sant’Antonio Abate. La festa, molto sentita nel mondo contadino, è organizzata a cura dei Giovani agricoltori, sempre molto attivi e propositivi in questi ultimi anni, supportati dalla Coldiretti locale e dall’Amministrazione Comunale.

Paolo Gremo, assessore all’Agricoltura, così commenta: “Dopo la fine delle festività natalizie, ci apprestiamo a vivere il primo momento di festa per questo nuovo anno che si preannuncia ricco di grandi novità. La festa di sant’Antonio Abate per il nostro territorio è molto importante, essendo ancora per il 70% a prevalenza agricola. Mentre da altre parti la tradizione e i valori agricoli si stanno perdendo, da noi da qualche anno a questa parte c’è un’inversione di tendenza. I giovani sono tornati ad essere il motore trainante di questo antico mestiere. Per questo, a nome mio e di tutta l’amministrazione, dico loro grazie”.

La festa prende il via sabato 11 gennaio alle 21,30 con una Serata Disco presso la Bocciofila Casellese in strada Caldano 98.

Domenica 12 gennaio ritrovo alle 9,45 in piazza Merlo.
Alle 10 partenza della sfilata degli animali e dei trattori.
A seguire, alle 10,30, messa presso la chiesa di Santa Maria.
Al termine, alle 11,30 circa, benedizione dei mezzi agricoli e degli animali.
Si chiude con il pranzo, alle 12,30, nella sede degli Alpini, via Basilio Bona 25.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.