La Legge Regionale 15/1989 prevede l’utilizzo da parte dei Comuni del fondo derivante dagli oneri di urbanizzazione secondaria nonché del contributo regionale per gli interventi relativi agli edifici di culto e pertinenze funzionali all’esercizio del culto. La somma a disposizione per l’anno 2019 nel caso del Comune di Caselle è pari ad €. 10.000, da distribuire ai soggetti che ne facciano richiesta.

Nel Consiglio Comunale del 19 dicembre fra i vari punti all’ordine del giorno c’era l’assegnazione di tale contributo per l’anno 2019. Il soggetto che ne ha fatto richiesta è la Parrocchia di Santa Maria e San Giovanni Evangelista di Caselle, da destinare ad interventi sulla chiesa della frazione Sant’Anna, per lavori di messa in sicurezza e di restauro del campanile.

Il consigliere di minoranza Alessandro Favero è intervenuto sul punto: “Mi piacerebbe che il comune potesse partecipare anche attivamente alla ristrutturazione della chiesa di Santa Maria, quella principale, perché è in una condizione di degrado abbastanza preoccupante, soprattutto su via Martiri, dove si staccano dei pezzi di mattone anche da altezze considerevoli. Visto che è patrimonio di tutti, cercare di metterci mano sarebbe una cosa utile”.

La replica del sindaco Luca Baracco: “Non solo condivido, ma stiamo seguendo chi si occupa della parrocchia e dell’intervento su Santa Maria, tanto vero che i 10.000 euro della legge n. 15 che avevamo deliberato l’anno scorso e che al momento non sono ancora stati spesi, si è concordato di metterli a residuo, in modo che la parrocchia possa raccogliere il classico gruzzoletto per poter far partire l’intervento, perlomeno sulla parete di via Martiri, dove l’ordine di grandezza della spesa, ancora da preventivare con precisione, si potrebbe aggirare sui 50.000 euro”.

Lo stanziamento dei 10.000 euro relativi all’anno 2019 per il restauro del campanile di S.Anna, da devolvere al legale rappresentante della parrocchia a fronte del resoconto delle spese sostenute, è stato approvato a maggioranza.

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.