Ultimo Consiglio del 2019 in aria prettamente natalizia.

Abbiamo anche dato il benvenuto alla nuova Segretaria comunale, dott.ssa Verneau. Speriamo che la sua permanenza sia proficua, sebbene i problemi in questo campo siano i medesimi già ravvisati in precedenza: dobbiamo condividere il Segretario con il comune di Leini, e la dottoressa a noi dedicherà il 30 per cento delle sue ore lavorative. Continua a sembrare un po’ poco, data la mole di incombenze cui dovrà far fronte. In effetti chi l’ha preceduta ha mantenuto l’incarico per un tempo esiguo. Staremo a vedere.

Ho approfittato dello spazio interrogazioni per porre alcune domande all’Amministrazione.

Ho fatto presente che vi sono rifiuti abbandonati in alcune zone della nostra città (ho citato la sempre attiva discarica abusiva in zona Port dij Gaj). La risposta è stata che da adesso cambierà tutto perché installeranno duecentomila euro di telecamere sul territorio. E poi che i cittadini devono segnalare le irregolarità.

Ho anche chiesto se fosse ancora in vigore il famoso “piano colore” per il centro storico. Alcuni ricorderanno che chi vuole tinteggiare una facciata in centro deve obbligatoriamente attenersi  ad una determinata tabella di colori. Prevalentemente rosa, verde e grigio. Eppure mi segnalano diversi edifici appena dipinti di un bel giallo acceso, o con improbabili colori che di sicuro non sono compresi nel piano, sebbene anche quelli fossero molto particolari. Quindi? Il Sindaco risponde che i cittadini devono segnalare eventuali anomalie.

Ora è chiaro: in questa città vogliono trasformarci tutti in spioni. Una classe delle elementari in cui dobbiamo andare a “dirlo alla maestra”. I cittadini devono trasformarsi in castigamatti dei vicini di casa; un invito alla concordia, in pratica.

Invece dovrebbe essere l’Ente a farsi rispettare e a pretendere rispetto delle norme. Fa parte del normale vivere civile. Però a quanto pare del controllo del territorio non importa molto, ai piani alti. Atti vandalici, rifiuti abbandonati, furti piccoli e grandi, auto depredate. E credetemi, non saranno le telecamere a salvarci. Possono installare telecamere anche per un milione di euro, con visione notturna e chissà che altro, ma se a guardare i video non c’è nessuno le telecamere sono poco più di costosi paracarri.

Perché deve sempre essere il cittadino a segnalare? Perché non viene incrementato il controllo delle nostre strade?

Ci piacerebbe vivere in un posto dove ognuno si fida degli altri e soprattutto si fida dell’Istituzione comunale, ma evidentemente siamo ancora distanti da tutto ciò.

Dott. Andrea Fontana
Caselle Futura

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.