Signor Sindaco buongiorno, noi di Ricominciamo per Caselle siamo talvolta sconcertati dal suo comportamento, ma vogliamo credere che in verità lei possa essere ostaggio di un qualcosa di superiore che non dipende completamente dalla sua volontà.

Parliamo di legalità
Ma è mai possibile che lei si opponga all’istituzione di qualsiasi organo o strumento che potrebbe aiutarla ed aiutarci a combattere i sistemi deviati e corrotti che potrebbero (o possono) turbare la vita onesta della nostra comunità? Le sue risposte ed il suo atteggiamento lasciano quasi intendere che questo sia un problema che non ci riguarda, eppure come ben lei sa il nostro paese ha dovuto subire l’onta per essere stato in diverse occasioni al centro di cronache giudiziarie nelle più grandi operazioni antimafia piemontesi e non solo. Abbiamo scoperto da poco che Caselle è tra quei pochi paesi in cui sono stati confiscati dei beni immobili alla malavita organizzata, ed anche questa circostanza non viene assolutamente resa nota; questi beni possono tornare in disponibilità della nostra comunità per riutilizzarli a scopi sociali, ma affinché ciò accada bisogna “progettare” il futuro, ma ripeto, lei di questi argomenti non ne vuol sentire parlare. Ci spieghi perché, lo spieghi ai cittadini.

Parliamo del Bertetto Center
Apprendiamo dagli organi di stampa di questa truffa sulle false fidejussioni ed apprendiamo che giustamente il Comune si è costituito parte civile nel processo che si sta celebrando, non dovrebbe però forse spiegarci come ha fatto il Comune ad essere pagato con i “soldi del monopoli” senza accorgersene? A noi piacerebbe sapere se lei e la sua Giunta abbiate provveduto ad accertare se all’interno dell’apparato burocratico del Comune ci sia stata una qualche responsabilità. Qualcuno ha verificato che queste garanzie erano farlocche?

Parliamo di Metalchimica
Percorrendo la zona di strada Grangiotti, che si trova a nord, a monte del paese, non può non saltare all’occhio quell’ammasso di impianti di cisterne e vecchi fabbricati in disuso, proprio in adiacenza di un grande corso d’acqua. Sinceramente noi ogni volta ci interroghiamo e ci preoccupiamo perché la scena è sinistra ed inquietante. Signor Sindaco ci spiega perché? Ci spiega se esistono dei rischi di contagio delle acque e ci spiega se esista un piano di monitoraggio? Ma soprattutto ci dice quando verrà definitivamente smantellato questo monumento al degrado?

Parliamo di autovelox
Premesso che noi siamo assolutamente d’accordo con la politica di sicurezza stradale, non sfugge però a nessuno che i dispositivi installati nelle nostre strade siano di fatto solo e soltanto delle “slot machine” che producono sproporzionati guadagni, senza garantire effettivamente la sicurezza. Non sarebbero bastati dei dissuasori di traffico? Ed ancora, ma per caso è vero che parte dei ricavi delle multe vengono incassati da una società privata che per sua natura deve fare profitti? Se così fosse le risposte ai quesiti sarebbero evidentemente inutili.

Parliamo di risposte ai cittadini
Riceviamo continue lamentele circa il fatto che i cittadini scrivono a lei ed ai suoi assessori per segnalare dei problemi e dei disservizi, ma non ricevono nessuna risposta. Anzi vengono “consigliati” di andare a parlare di persona piuttosto che scrivere. La famosa e vecchia citazione latina “verba volant, scripta manent” lei la sta interpretando al contrario. Lo dica alla sua Giunta: quella era un esortazione a scrivere e non viceversa! Grazie Sindaco siamo certi che lei e la sua Giunta saprete sicuramente illuminarci e fugare ogni nostro dubbio con risposte chiare ed immediate.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.