Per tradizione Ceretta organizza la sua festa patronale in onore del Nome di Maria il secondo fine settimana di settembre con la processione del sabato sera ed il mercatino, giostre ed intrattenimenti nella giornata di domenica. Quest’anno purtroppo l’emergenza sanitaria ha reso impossibile l’evento, tuttavia la Filarmonica ha fatto capolino la sera di sabato 12 settembre dopo la messa con un piccolo programma sulla piazza della chiesa, nel rispetto delle norme di distanziamento. Suonando per la prima volta nel 2020 fuori dalle nostre camerette, per dimostrare di avere ancora voglia di fare musica “da banda” nonostante il lungo silenzio imposto dalla lotta al Covid.

Ed ora? Salvo ulteriori restrizioni le attività musicali di insieme ricominceranno verso metà ottobre. I locali della ex scuola elementare di Ceretta non hanno la capienza necessaria per rispettare il protocollo di sicurezza sanitaria quindi ci dovremo spostare in una sede temporanea in fase di definizione.

Il prossimo appuntamento con il pubblico? Non ci sono ancora certezze. Per Santa Cecilia sarà difficile, diciamo impossibile, organizzare il concerto e la tavolata enogastronomica di fine ottobre. Per ora ci diamo appuntamento per il concerto delle feste in prossimità del Natale, ed incrociamo le dita.

Le lezioni individuali di strumento verranno iniziate a breve, ovviamente si dovranno rispettare tutte le norme imposte dai provvedimenti nazionali e regionali e soprattutto adoperare tanto buon senso e pazienza. I corsi, come negli scorsi anni, sono rivolti a tutti gli allievi che vogliono iniziare a misurarsi con la pratica musicale: sono benvenuti i principianti di ogni età ma anche chi avesse già fatto della pratica in passato e volesse tornare in campo. Per informazioni si può contattare il Maestro Andrea Marchi al numero 340 703 7455 oppure si può inviare una mail all’indirizzo della Filarmonica Cerettese: f.cerettese@gmail.com.

Filarmonica Cerettese
Classe 1958, ex dirigente di azienda, torinese di nascita, ho una famiglia che unisce Sud e Nord, Italia ed Europa. Mi sono diplomato al liceo classico ed ho conseguito la laurea in Economia a Torino. In azienda mi sono occupato di controllo di gestione, amministrazione, personale. Ho lavorato oltre 15 anni in paesi esteri dirigendo piccole filiali del gruppo al quale ho dedicato tutta la mia carriera. Ho così avuto l’opportunità di avvicinarmi a lingue straniere e scoprire culture antichissime; ho provato a capire la gente di altri paesi vivendoci un po’ insieme ed ho imparato che quello che ci divide sono solo i preconcetti ma anche, troppo spesso, il peso della Storia. Una volta in pensione mi sono dedicato da una parte al volontariato, utilizzando le mie competenze a beneficio del terzo settore, dall’altro ho ripreso la passione per la musica che mi aveva sempre accompagnato, in verità senza grandi risultati. All’età della pensione ho iniziato a studiare e praticare uno strumento a fiato che mi ha permesso di introdurmi nel meraviglioso mondo delle bande musicali piemontesi. Per Cose Nostre scrivo della Filarmonica Cerettese ed in generale di temi relativi all’associazionismo musicale popolare.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.