E-Distribuzione, la società del gruppo ENEL attiva nel settore delle reti di distribuzione elettrica in media e bassa tensione, ha aperto a inizio dicembre il cantiere per la costruzione della nuova cabina primaria “Caselle”.

Il cantiere della cabina “Caselle, visto da via delle Fabbriche

Il sito del cantiere è in territorio ancora casellese, ma a meno di un centinaio di metri dal confine con San Maurizio Canavese. Le viabilità più prossime sono quelle di via alle Fabbriche, per Caselle, e via della Gerbola, per San Maurizio.  Non avendo il cantiere un accesso stradale diretto, per consentirne l’apertura, Satac, d’intesa col Comune di Caselle, si è attivata per realizzare una pista d’accesso provvisoria (vedasi articolo su Cose Nostre di dicembre).

Il cantiere della cabina “Caselle, visto da via della Gerbola

Anche se c’è quindi il coinvolgimento di Satac, è ormai chiaro che la decisione della realizzazione della nuova cabina vive comunque di vita propria. La richiesta da parte Satac di 30 MW di potenza per alimentare il nuovo insediamento commerciale ha innescato il procedimento che ha portato la società elettrica ad ottenere, nel 2018, l’autorizzazione regionale per la costruzione e l’esercizio della nuova cabina primaria, motivata dall’opportunità di rafforzare le reti di media tensione nel territorio di Caselle e San Maurizio, finora alimentate dalle più lontane cabine primarie di Venaria, da una parte, e Ciriè, dall’altra.

La posizione scelta per la nuova cabina primaria non a caso rimane circa a metà strada fra la linea elettrica ad alta tensione Venaria-Ciriè – che transita con palificazione aerea per i prati del Follone, e da cui verranno derivati gli stacchi verso la nuova cabina – e il comprensorio aeroportuale. dove insistono i carichi elettrici più rilevanti legati alla presenza di aeroporto e stabilimenti Leonardo.

L’area individuata per la realizzazione, già acquistata da E-Distribuzione con trattativa diretta, evitando così le lungaggini dell’esproprio, è un lotto di terreno a forma rettangolare, di circa 5.000 metri quadrati, che confinerà sul lato lungo con il previsto prolungamento di via alle Fabbriche in direzione della ex SP2, fra le opere stradali connesse alla realizzazione del COM.

Dal cartello di cantiere apposto da E-Distribuzione, si ricava che l’importo dei lavori è di poco inferiore a 920.000 euro, l’impresa esecutrice è la Massai Giordano srl con sede a Grosseto e l’ultimazione lavori è fissata  al 15/3/2022.

Il cartello di cantiere

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.