Uno dei primi fortunati casellesi vaccinati da un medico di famiglia.
Eccolo ritratto nella foto insieme all’infermiera del dottor Stefano Dinatale, il “medico nostro”, che ieri, venerdì 2 aprile, ha iniziato le vaccinazioni presso il suo studio.
“Una scelta, la mia, in linea con quanto espressoci dalle massime autorità del Piemonte”, ha tenuto a precisare il dottore Dinatale “seguendo anche l’esempio di diversi colleghi medici torinesi e casellesi, come le dottoresse Campisi e Zavatteri: anche loro hanno iniziato a vaccinare i loro mutuati.”
In questa tornata sono state chiamate al vaccino le persone in età compresa fra i 70 e gli 80 anni.
La prudenza e la prevenzione non sono mai eccessive tanto che alle operazioni era presente una postazione mobile con ambulanza della Croce Verde Torino, con un nutrito gruppo di militi che ha offerto aiuto morale e conforto ai pazienti.


Sorrisi e incoraggiamenti sono stati un tutt’uno con i segni di vittoria per i 30 che sono arrivati alla spicciolata, ben cadenzati e organizzati, senza intoppi o code.
Una partenza per Caselle che fa ben sperare che tutti i cittadini casellesi possano essere sottoposti in tempi brevissimi allo stesso trattamento.
Per i 30 pazienti presto un nuovo appuntamento con la seconda dose d’Astra Zeneca.
“Solo quando avremo una sufficiente percentuale di vaccinati, potremo veramente pensare alla tranquillità di tutti” ha precisato il dottor Dinatale.

Sono nato a Torino il 23 settembre 1947, dove ho studiato e lavorato in tre aziende del settore servizi fino a tutto il 2005, quando, raggiunta l’età pensionabile ho potuto lasciare tutti i miei incarichi. Risiedo a Caselle dal 1970, anno in cui mi sposai trasferendomi da Torino nella nostra città. Fin dal 1970 ebbi l’onore di conoscere ed apprezzare il fondatore del mensile Cose Nostre, il dottor Silvio Passera, il quale fin dal primo numero mi propose di scrivere notizie relative alla Croce Verde, ente di cui facevo parte come milite a Torino e poi come milite della Sezione di Borgaro, poi divenuta Sezione di Borgaro-Caselle essendo stato il fondatore del sodalizio nel 1975. Una più corposa collaborazione con il giornale è avvenuta negli ultimi tempi e sotto la direzione di Elis Calegari, anche per effetto del maggiore tempo disponibile. Attualmente collaboro - con piacere e simpatia -anche alla stesura di notizie generali, ma sempre con matrice sociale. I miei hobby sono sempre stati permeati da una grande curiosità di tutto ciò che mi circonda: persone, fatti, lavoro, natura, buon umore e solidarietà. Ho avuto modo di conoscere tutta l’Italia, ed è questo il motivo che ora desidero dedicare tempo a “Cose Nostre”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.