- Pubblicità -
Home NEWS ATTUALITA' Un anno dopo

Un anno dopo

0


Siamo a marzo 2021 ed è passato un anno. Un anno di Coronavirus, di Covid19. Un anno. Parole che prima non erano nel nostro linguaggio quotidiano oramai fanno parte dello scandire dei nostri tempi.
Siamo un Paese “a zone”, cosa che fa pensare da un lato di essere pressoché tornati al punto di partenza e dall’altro sperare di fare di tutto per poter ripartire.
A volte prende lo sconforto. Si vedono le difficoltà. Attività commerciali che aprono e poi richiudono e possono svolgere solo attività di asporto. Le scuole che aprono e poi chiudono. I cartelli dei bambini che sono passati da “Andrà tutto bene” alle proteste contro la chiusura delle scuole. La Dad che, in qualche modo, comporterà problemi relazionali ai bambini e ai ragazzi, che in questo anno sono stati i più colpiti.
E poi ritorna la speranza. I vaccini si stanno facendo, man mano. Prima sono stati coinvolti gli operatori sanitari e poi gli over ottanta e le persone del mondo della scuola. E questo trasmette speranza, con la consapevolezza che prima o poi tutti noi verremo vaccinati.
Il senso di emergenza e la coesione che avevano caratterizzato il lockdown primaverile 2020 non ci sono più, il Coronavirus invece c’è. Come il ritorno della didattica a distanza obbligatoria e lo stop ai centri commerciali nei weekend e la riduzione della capienza dei mezzi pubblici. Come l’introduzione del sistema a colori delle Regioni per poter stringere nelle aree con i dati peggiori e allo stesso tempo permettere ai territori meno colpiti dal virus di continuare ad avere maggiori libertà. Un tentativo di bilanciare le esigenze economiche con le esigenze sanitarie per evitare che si sottovaluti uno dei due aspetti. Un anno dopo il virus è ancora una realtà, ma sembra fare meno paura. Chissà cosa ci porteranno i prossimi nove mesi del 2021? La cosa importante è essere responsabili e non perdere la speranza e la voglia di vivere.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.