È mancato lunedì 9 agosto, all’età di 71 anni, Livio Vaschetto, lasciando un grande vuoto nel mondo delle associazioni culturali di Caselle e Mappano. La sua grande passione era il teatro. Da quasi vent’anni partecipava alle attività di It.Art, l’associazione teatrale guidata dall’architetto Fabrizio Frassa, e dove gli amici l’hanno così ricordato sui social: “Oggi, noi tutti dell’Associazione Culturale IT.ART, ricordiamo un Amico che ci ha lasciati troppo prematuramente. Un uomo lieve ed attento, un’anima grande, un Artista. Un uomo che lascerà un vuoto incolmabile in noi e, sicuramente, nel suo pubblico che lo ha amato.
Ciao Livio, che Dio ti custodisca”.

All’Associazione Culturale La Forgia ricordano le partecipazioni di Livio in particolare nelle recite della Vijà. “Aveva una voce meravigliosa”, commenta Lucia Morabito.

Anche alla Filarmonica La Novella ricordano Livio come persona discreta, sempre al posto giusto e con le parole giuste. Nel 2017 aveva collaborato con loro nella realizzazione della fiaba di Pinocchio, per il concerto di Natale poi replicata nelle scuole. “Di recente con me aveva manifestato il desiderio di partecipare al concerto in programma nel Settembre Casellese – ricorda la presidentessa Chiara Grivet- ma non ha fatto a tempo”.

I funerali di Livio Vaschetto sono stati celebrati nella mattinata di giovedì 12 agosto nella chiesa parrocchiale di Mappano, con grande partecipazione di pubblico, nonostante il periodo pre-ferragostano. Dopo la funzione, il trasferimento a Caselle, nella tomba di famiglia.

La foto che accompagna  l’articolo è tratta dalla registrazione, pubblicata su Facebook da Fabrizio Frassa, dello spettacolo per la Giornata della Memoria 2011, in cui Livio Vaschetto interpretava il personaggio del Dott. Jona, Presidente della Comunità Ebraica di Venezia.

1 commento

  1. Carissimo Livio, ci siamo conosciuti qualche anno fa durante la prerparazione della Vijà di Natale. E’ stato un piacere conoscerti e lavorare insieme a te. Peccato che questa collaborazione sia durata troppo poco.
    Ora sei in Paradiso che intrattieni con le tue recite poetiche Gesù, Maria, gli Angeli, i Santi e tutti gli Amici di Caselle che ti hanno preceduto.
    Ti ricorderemo per le tue qualità artisitiche e per il tuo bel carattere.
    Sentite condoglianze ai tuoi cari.
    Michele.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.