È Marco Meneguzzo a curare la Mostra – ospitata nel cortile d’onore e nelle sale della
Fondazione Accorsi Ometto – per Ivan Theimer, l’artista ceco che dal 1968 vive a Parigi o in Versilia. Con la Fondazione diretta da Luca Mana, collabora lo studio Berman.
Entrare oggi nelle sale espositive del museo Accorsi significa vivere in spazi più ampi rispetto al passato, rivedere tappezzerie cinesi e specchi, ammirare le sale storiche ma altresì visitare nuovi saloni, incontrando opere antiche di più recente acquisizione.
È qui di scena uno scultore amante della musica, scarno acquerellista ( La baigneuse ), appassionato di scenografie e costumi teatrali, incisioni. Fra il 1989 e il 2005 realizza opere di grande respiro a Parigi e Bordeaux ( Champ de Mars, Diritti dell’uomo;
Place de la Victoire ). E per due volte è presente alla Biennale di Venezia.
Uno spirito metafisico aleggia nelle sale del museo animate da una foresta di obelischi che sembra vogliano sfondare il soffitto, forme sulle quali s’adagiano memorie egizie, tartarughe, conchiglie, cornucopie, serpentelli, simboli e citazioni, elementi tutti idealmente proiettati verso il futuro e destinati a completarsi con i particolari naturalistici – evocanti selve dantesche – realizzati con maestrìa.
Ma Theimer – come già Piranesi – “mescola le carte”: ne scaturiscono opere come “Arione”, gatti immobili nel tempo, “Ercole” che ci si chiede per quanto tempo reggerà l’altissimo obelisco tendente al cielo.
Si tratta di un eterno “delirio” di bronzi coronato da preziosi elementi vegetali preclusi all’umanità perennemente in cammino.
E Theimer rimarrà – come annota l’estensore del catalogo – un artista dallo sguardo “attento e appassionato sul rapporto dell’uomo con la natura e lo spazio”. E con l’antico mondo egizio.
Una mostra tutta da gustare – opera dopo opera – che rivela come la cultura bilanciata fra passato e presente sia ancora uno dei motivi cardine in questo mondo contemporaneo nel quale finzione e realtà si confrontano. E non sempre in chiave positiva.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.