Sarebbe meglio accompagnare questo articolo con la planimetria satellitare della zona Caselle Ovest perché chi legge si renda conto di cosa parliamo.

Sedici anni fa, prima che iniziasse questo insediamento, c’era solo una villa che c’è tutt’ora e che è stata giustamente protetta da un bel boschetto che la circonda. Davanti ad essa sono stati costruiti due condomini con giardini privati, giardino condominiale, i necessari parcheggi; è stato anche realizzato un viale, peccato che si è fermato a 200 metri di lunghezza e che sembra una bocca sdentata perché non si sono ripiantate le piantine che non hanno attecchito, perciò gli alberi non formano una linea continua.

Poi alcuni condomini hanno giardini privati, ma la maggior parte sono case senza verde e con parcheggi insufficienti. La strada che passa tra gli ultimi condomini è diventata a senso unico perché è talmente stretta che non è possibile il doppio senso di marcia, così si è dovuto costruire un tratto di strada sul lato opposto dei condomini per permettere di raggiungere la rotonda. Se non è sfruttamento del suolo questo!?

Ora è rimasta una zona verde neanche coltivata … Con una petizione popolare i cittadini chiedono che venga realizzato un bel parco con alberi, attrezzature di giochi per bambini, anche per i più piccoli (cosa che manca a Caselle), illuminazione, panchine, fontanelle e possibilmente anche un chiosco in modo da offrire ai bambini possibilità di gioco e a tutti riposo e ristoro.

Circola voce che in questa zona saranno costruiti tre palazzi, perché l’Amministrazione Comunale offre ai proprietari dei terreni agricoli, ceduti per la costruzione del parco centrale, la possibilità di costruirli. Altro consumo di suolo!!?

Prendiamo esempio da Mappano che riduce di ben 371.000 mq. il consumo di suolo Nella nostra zona il consumo di suolo è stato esagerato: l’ultima zona verde usiamola per un bel parco!

 Ricominciamo per Caselle  

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.