È pronto a partire lo Sportello d’ascolto per i genitori dei bambini e dei ragazzi in età scolare previsto dall’edizione 2021-2022 di “SMS San Maurizio Saturdays”: un importante servizio a disposizione delle famiglie, che potranno confrontarsi con una professionista psicoterapeuta per trovare un sostegno alle problematiche e alle peculiarità che caratterizzano questa bellissima, ma anche delicatissima, fase dello sviluppo dei figli. Lo Sportello sarà attivo il sabato mattina, a partire dal 12 febbraio, presso l’Ufficio Informagiovani al piano terra del municipio e sarà gestito dalla dottoressa Lucia Censi, Psicologa Psicoterapeuta. I genitori che desiderano accedere allo Sportello d’ascolto possono fissare il colloquio contattando direttamente la dottoressa Censi (reperibile telefonicamente al numero 329.2978567 o all’indirizzo email censi.lucia@gmail.com).

Il servizio per i genitori è completamente gratuito e offerto dal Comune di San Maurizio Canavese, poiché rientra appunto in “SMS San Maurizio Saturdays”, l’importante progetto che fin dal 2019 il Comune di San Maurizio dedica ai giovani e ai giovanissimi del paese avvalendosi delle competenze dell’associazione “Area G Volontari”, organizzazione torinese che da anni promuove con successo forme di solidarietà e sostegno nei confronti dei giovani. Si tratta di un progetto di aggregazione giovanile, che per il terzo anno si sviluppa attraverso una serie di attività e laboratori mirati a coinvolgere i giovani sanmauriziesi nella fase della preadolescenza, ma che si arricchisce anno dopo anno di nuovi servizi. Quest’anno, infatti, oltre ai laboratori con i ragazzi presso Casa Marchini Ramello e ai workshop formativi per i genitori, “SMS San Maurizio Saturdays” comprende anche un’interessante e delicata attività di educativa di strada attivata con successo nei mesi scorsi per intercettare e incontrare i giovani nei loro luoghi di aggregazione spontanea e, appunto, il nuovo Sportello d’ascolto dedicato ai genitori che sarà attivo da sabato 12 febbraio.

«SMS San Maurizio Saturdays sta fornendo risposte molto soddisfacenti e cresce di anno in anno – commenta Giulia Gobetto, consigliere comunale con delega alle Politiche Giovanili – È un progetto complesso e delicato, come complesse e delicate sono le esigenze dei nostri ragazzi e delle loro famiglie. Ecco perché, da anni ormai, abbiamo deciso di investire importanti risorse ed energie in questo ambito. I nostri bambini e ragazzi, con la loro gioia di vivere ma anche con la loro fragilità, non devono essere lasciati soli. E non devono essere lasciati soli neanche i loro genitori: per questo dalla prossima settimana partirà lo Sportello d’ascolto. Siamo sicuri che dal confronto con una professionista seria e preparata come la dottoressa Censi e nell’ambito di un progetto più ampio e gestito da figure esperte nel cogliere e rispondere ai bisogni sociali ed educativi, le nostre famiglie potranno trarre preziosi spunti per affrontare con serenità le inevitabili difficoltà che il fantastico ruolo di genitori talvolta comporta».

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.