Giornalisti e cittadini hanno ascoltato venerdì 15 aprile scorso, in Sala Giunta, la voce del dottor Andrea Fontana nella sua presentazione della lista:” Caselle Futura-Insieme per Fontana Sindaco”.

Con il dr. Fontana erano presenti al tavolo dei relatori Andrea Dolfi e Roberto Gianpietro, consiglieri di opposizione nell’amministrazione uscente, e il prof. Alessandro Stanchi, docente di economia all’ateneo torinese.

Il dr. Fontana ha subito evidenziato come la sua intenzione sia sempre stata ed è, quella di non essere legato ad una politica “regionale” né tantomeno “romana”, bensì di volere una politica semplice, fatta di cose semplici alla portata di tutti.
Il programma particolareggiato è in fase di sviluppo e verrà proposto nelle prossime settimane, tuttavia alcuni punti sono stati toccati, quello della viabilità, delle strade non curate, dei dossi, dei rifiuti in ogni dove e dello squallore del Baulino vecchio.
Il programma sarà imperniato su uno sviluppo economico che sarà parte fondamentale del nuovo corso degli amministratori in caso di vittoria.
Dare un futuro ai giovani, creando posti di lavoro, belli e remunerativi e approfittare della presenza dell’aeroporto, per attrarre sul territorio imprese commerciali che possano avere prospettive di restare in Caselle e non migrare a Torino, solo perché la città è più attraente.
Anche Caselle ha le sue caratteristiche che vanno valorizzate, basti pensare al Castello, ai Battuti, ai cortili storici del nostro centro.
Questo è quanto – di massima – intende portare avanti questa nuova lista civica.
La competizione è aperta.
Sono nato a Torino il 23 settembre 1947, dove ho studiato e lavorato in tre aziende del settore servizi fino a tutto il 2005, quando, raggiunta l’età pensionabile ho potuto lasciare tutti i miei incarichi. Risiedo a Caselle dal 1970, anno in cui mi sposai trasferendomi da Torino nella nostra città. Fin dal 1970 ebbi l’onore di conoscere ed apprezzare il fondatore del mensile Cose Nostre, il dottor Silvio Passera, il quale fin dal primo numero mi propose di scrivere notizie relative alla Croce Verde, ente di cui facevo parte come milite a Torino e poi come milite della Sezione di Borgaro, poi divenuta Sezione di Borgaro-Caselle essendo stato il fondatore del sodalizio nel 1975. Una più corposa collaborazione con il giornale è avvenuta negli ultimi tempi e sotto la direzione di Elis Calegari, anche per effetto del maggiore tempo disponibile. Attualmente collaboro - con piacere e simpatia -anche alla stesura di notizie generali, ma sempre con matrice sociale. I miei hobby sono sempre stati permeati da una grande curiosità di tutto ciò che mi circonda: persone, fatti, lavoro, natura, buon umore e solidarietà. Ho avuto modo di conoscere tutta l’Italia, ed è questo il motivo che ora desidero dedicare tempo a “Cose Nostre”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.