25.4 C
Comune di Caselle Torinese
venerdì, Luglio 12, 2024

    Per Marsaglia partenza in salita

    Vivace il Consiglio Comunale di insediamento del 30 giugno

    Il sindaco Marsaglia con la minisindaca Paola Simoniello

    Solitamente il Consiglio Comunale di insediamento di un nuovo sindaco, oltre che essere un importante passaggio istituzionale con diversi adempimenti obbligatori, è momento di formulazione di auguri e buoni propositi, condivisi fra maggioranza e minoranze, oltre che di benvenuto ai consiglieri esordienti.

    I primi minuti di questo Consiglio, partito puntualmente alle 18 con un pubblico che stipava il poco spazio disponibile, facevano ben sperare: il sindaco dei grandi Beppe Marsaglia ha chiamato vicino a sé la sindaca dei piccoli Paola Simoniello per un reciproco augurio di fare cose buone assieme.

    Il clima è rapidamente cambiato già con il primo punto all’ordine del giorno, relativo alla convalida degli eletti: un adempimento formale, che di solito porta via pochi minuti, qui ha richiesto quasi due ore di discussioni vivaci. Oggetto del contendere, le modalità con cui gestire le due rinunce alla nomina a consigliere pervenute, il 17 giugno da parte di Turra della lista Caselle Futura, il 23 giugno, già a valle della convalida della nomina, per Zaccone, il più votato della lista Caselle nel Cuore. Zaccone era forse incandidabile/ineleggibile? Questa la domanda che pongono Milano, Gremo, Baracco e Fontana. Marsaglia ribatte “non è competenza nostra questa verifica”, e se si vogliono conoscere le motivazioni della decisione di Zaccone facendo l’accesso agli atti si può prendere visione della lettera di dimissioni. Si concretizza una mozione Fontana che chiede di sospendere la seduta e riconvocarlo in nuova data a valle di verifiche con la Prefettura sulla correttezza delle procedure seguite; Baracco insiste per il rinvio sottolineando il rischio altrimenti di procedere approvando atti che poi si potrebbero rivelare nulli. Alla mozione Fontana/Baracco si associano Gremo e Milano. Marsaglia, dopo consultazione con la Segretaria Comunale decide di procedere col testo di delibera già precedentemente emendato: si va ai voti e la convalida degli eletti passa con i soli voti della maggioranza.

    Con il successivo provvedimento di surroga, Roberto Turletto prende posto vicino a Fontana, accolto da un applauso questa volta bipartisan.

    Segue il giuramento e il discorso di insediamento del sindaco, incentrato sull’impegno al fare, per ridare decoro a Caselle. Segue una sintetica esposizione delle linee programmatiche del suo mandato. Si vota su quelle, con l’ovvio voto contrario delle minoranze, tranne quello di Milano, che, un po’ provocatoriamente, annuncia il suo voto favorevole per via dell’enunciazione programmatica dell’impegno a limitare il consumo di suolo e favorire il recupero del patrimonio edilizio esistente.

    Segue la comunicazione da parte di Marsaglia delle sue scelte in ordine ai componenti di giunta, con relative deleghe:

    • il sindaco manterrà le deleghe su Sviluppo Aree Strategiche ed Aeroportuali, Infrastrutture, Marketing Territoriale, Bilancio, Istruzione, Polizia Locale, Anagrafe e Personale
    • vicesindaco sarà Giuliana Aghemo, con deleghe su Attività Economiche, Cultura e Associazioni
    • per Antonella Passaretti, Programmazione e Pianificazione Territoriale, Urbanistica, Edilizia Privata e Pubblica, PNRR e Finanziamenti
    • per Stefano Sergnese, Lavori Pubblici, Ambiente, Verde Pubblico, Igiene Urbana, Agricoltura, Servizi Cimiteriali e Trasporti
    • per Gerlando Montà, Politiche Socio-Assistenziali, Pari Opportunità e Casa
    • per Paolo Marchetti, Sport, Informatizzazione, Politiche Giovanili e Terza Età

    In Consiglio Comunale come capigruppo, ci saranno Salvatore Messina per Caselle nel Cuore, Andrea Fontana per Caselle Futura, Paolo Gremo per Caselle per Tutti, Endrio Milano per Progetto Caselle 2027.

    Come rappresentanti di Caselle nell’Unione dei Comuni NET ci saranno Sonia Fava e Salvatore Messina per la maggioranza, Luca Baracco per le opposizioni.

    Nell’ultimo delicato punto all’ordine del giorno, ritornano i toni accesi. Argomento è la nomina del Presidente del Consiglio Comunale, figura non individuata nel precedente quinquennio e coperta direttamente dall’allora sindaco Baracco, come consentito dalla legge per i Comuni sotto i 15.000 abitanti. Il Regolamento Comunale di Caselle lo prevede come facoltativo, e l’attuale maggioranza lo ritiene necessario e propone per tale incarico Giovanni Isabella. Prendono posizione le minoranze: per Milano la figura è necessaria, ma Isabella è la persona sbagliata, perché non ha più la serenità d’animo per svolgere un ruolo che sia di garanzia anche per le minoranze. Per Baracco e Gremo, invece, a prescindere dalla persona è uno spreco di denaro pubblico inopportuno in questo momento stipendiare una persona per svolgere un ruolo ove basterebbe il sindaco. Isabella, provato anche per fatti personali, commenta: “Questo è il più brutto consiglio comunale fra i tanti da me vissuti”. Si vota e Isabella diventa Presidente del Consiglio, Fontana Vicepresidente.

    Il prossimo Consiglio Comunale è previsto per fine luglio.

    Rispondi

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Paolo Ribaldone
    Paolo Ribaldone
    Dopo una vita dedicata ad Ampere e Kilovolt, ora dà una mano a Cose Nostre

    - Advertisment -

    Iscriviti alla Newsletter

    Ricevi ogni giorno, sulla tua casella di posta, le ultime notizie pubblicate

    METEO

    Comune di Caselle Torinese
    temporale
    25.8 ° C
    27.6 °
    23.6 °
    70 %
    5.7kmh
    40 %
    Ven
    26 °
    Sab
    27 °
    Dom
    28 °
    Lun
    29 °
    Mar
    31 °

    ULTIMI ARTICOLI

    SBAF, mamma mia che successo!

    0
    SBAF un grande successo per la prima edizione della Street Beer Alpin Fest, organizzata dal Gruppo Alpini, dai commercianti, dalla Pro Loco...

    Due nuovi militi