23.8 C
Comune di Caselle Torinese
venerdì, Luglio 19, 2024

    Caselle, tutti i lavori su cui punta l’amministrazione Marsaglia

    La parola all’assessore ai Lavori Pubblici Stefano Sergnese

    Ne parliamo con l’assessore ai Lavori Pubblici Stefano Sergnese.

    Gli investimenti del DUP. Il 20 dicembre nel Consiglio Comunale è stato approvato l’aggiornamento del documento di programmazione relativo al triennio 2023-2025, che include il programma delle opere pubbliche che l’amministrazione casellese intende portare avanti nei suoi primi tre anni pieni di mandato. Un lungo elenco di opere, letto in Consiglio dal sindaco Marsaglia. Abbiamo approfittato di questa intervista già in programma con l’assessore Stefano Sergnese per riprendere e commentare quell’elenco. Sergnese precisa: “Per le grandi opere le deleghe le ha mantenute il sindaco e io lo affianco. Comunque, oltre a seguire passo passo tutti i lavori, ho il preciso incarico avuto dal sindaco di rispondere puntualmente alle segnalazioni dei cittadini nel più breve tempo possibile. La nostra deve essere un’amministrazione che, oltre che fare, deve sapere ascoltare”.

    Lo storico edificio dell’ex Baulino

    Municipio nell’ex Baulino. Opera da 2,5 milioni di euro portata avanti come progettazione dalla precedente amministrazione e confermata da questa. Sergnese: “A fine di questo mese sapremo fra le 10 imprese invitate alla gara chi sarà la vincitrice. I tempi tecnici per il controllo delle carte e i vari adempimenti burocratici, poi prima dell’estate si potrà aprire il cantiere”.

    Scuola di Strada Salga. Il raddoppio del plesso delle scuole medie di Strada Salga, ove saranno a fine lavori accolti anche gli studenti del plesso di piazza Resistenza, è, con i suoi 4,7 milioni di euro, l’intervento più corposo fra quelli in elenco. Sergnese: “Qui la gara è in fase di avvio. Prevediamo poi due anni di lavoro, condizionato dal problema della disponibilità dei materiali. Dato che parliamo dell’edificio di strada Salga, ne approfitto per informare la cittadinanza che durante le festività natalizie siamo riusciti a completare la sostituzione dei tubi del riscaldamento, che erano in pessimo stato e spesso lasciavano i termosifoni al freddo”.

    Scuola Rodari. La riqualificazione del complesso scolastico di viale Bona, con un investimento nel triennio superiore a 4 milioni di euro, vuole essere uno dei punti più qualificanti di questa amministrazione. Sergnese: “Abbiamo da poco approvato lo studio di fattibilità, che prevede la realizzazione di una copertura leggera sopra il tetto di auditorium, palestrina e palestra. Così si risolverà definitivamente il problema delle infiltrazioni d’acqua. Basta bacinelle nelle aule. Ci saranno inoltre, con i fondi che speriamo di ottenere dalla Regione, l’adeguamento energetico di tutto il complesso ed eventuali interventi di miglioramento sismico. A valle di tutti questi lavori, l’edificio di viale Bona potrà ospitare a regime tutte le scuole primarie di Caselle, liberando anche, per altro diverso utilizzo, l’attuale edificio scolastico di via Guibert”.

    Per completare il capitolo scuole, da citare gli stanziamenti, nel 2024 e 2025, di 200.000 euro e 230.000 euro per le verifiche di vulnerabilità sismica rispettivamente dell’edificio dell’attuale plesso Collodi e per il nido di viale Bona 18.

    Manutenzione straordinaria immobili adibiti ad attività sociale. Sergnese: “Con questa voce intendiamo coprire le spese di ristrutturazione della villetta in viale Bona oggetto di sequestro per attività della criminalità organizzata e da ridestinare per attività sociale. L’ipotesi di utilizzo su cui stiamo lavorando è quella di base di appoggio per l’attività della Croce Rossa, che ora è assente da Caselle. Comunque, per il momento l’immobile l’abbiamo visionato solo dall’esterno, in attesa che ci consegnino le chiavi”.

    Sistemazione e adeguamento Prato Fiera. “Abbiamo dato incarico all’ing. Lanzone di progettare e seguire vari interventi, fra cui una nuova cabina per ospitare in sicurezza gli allacciamenti per i giostrai, mascherare la zona contatori alla base della torre dell’acquedotto, illuminare le zone buie di fianco al Palatenda, spostare la colonnina di ricarica auto elettriche nella piazzola ex distributore di benzina, più altri minori”.

    Sistemazione area esterna stazione GTT. “Per risolvere il problema degli allagamenti, sarà chiuso il fosso adiacente alle case e modificati gli scarichi acqua ora inglobati nel marciapiede”.

    Lavori stradali. “Abbiamo stanziato 1,3 milioni per asfaltature: si interverrà, a partire da questa primavera, in tutta via Suor Vincenza, via Nazario Sauro, via Don Bosco, via Torino fronte Bertetto, via Circonvallazione davanti Prato Fiera, ecc. Per strada Ciriè, il discorso sarà diverso: ci siamo seduti a un tavolo con SMAT, che sta ultimando i suoi lavori, ed E-Distribuzione, che li deve cominciare; a fine di tutti i lavori, saranno le due aziende a provvedere alla riasfaltatura completa, una nel tratto fino a via Madonnina, l’altra nell’altra porzione di strada Ciriè.

    Un altro intervento che abbiamo in programma riguarda la direttrice verso via America sul tratto di ex provinciale che è ora di competenza nostra: vorremmo eliminare la curva cieca del Port dij Gai, spostando la sede stradale verso Stura  utilizzando un appezzamento di proprietà della Città Metropolitana per inserire una rotatoria che metterà in sicurezza la curva, già causa in passato di incidenti mortali”.

    Rivisitazione della pista ciclabile lungo Stura. “È stato approvato lo studio di fattibilità per ripristinare la continuità della ciclabile fra Francia e Borgaro spostando il tracciato nei punti ove l’erosione delle sponde lo richiede. Lo studio prevede l’inserimento di aree di sosta attrezzate con panchine, punti luce solari, contenitori per i rifiuti”.

    Canali scolmatori. “Il lavoro, per la messa in sicurezza idraulica del territorio fra la Stura e il torrente Banna nei tre comuni di Ciriè, San Maurizio e Caselle, verrà eseguito a stralci man mano che la Regione metterà a disposizione i fondi. Il progetto è già passato in approvazione a San Maurizio, che fa da comune capofila, e ora passerà a breve in consiglio comunale a Ciriè e Caselle”.

    Potenziamento argini Stura. “Il lavoro, che utilizza i 500.000 euro ottenuti in passato dalla Regione, è già stato consegnato all’impresa, che ha avuto finora qualche problema nell’approvvigionamento dei grossi massi che servono per l’esecuzione delle scogliere”.

    Recupero area ex Metalchimica. “In questi giorni sono in corso le trivellazioni per il monitoraggio delle acque di falda. Nel DUP abbiamo previsto i 3 milioni di euro che sono stati ipotizzati negli incontri avuti dal Sindaco in Regione. Speriamo che arrivino”.

    Parchi gioco.  ”Stiamo aspettando da SAT la rivisitazione del progetto del nuovo parco giochi previsto in via Colombo con il raddoppio degli spazi previsti dalla precedente amministrazione e che erano inadeguati rispetto al bacino d’utenza. Poi riavvieremo i lavori per la realizzazione”.

    Nuove aree a parcheggio pubblico. “Due le aree individuate per i lavori che cominceranno in primavera: in viale Bona all’altezza della palestra della Rodari, e in fondo a via Audello, prima della curva verso strada Salga”.

    Rispondi

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Paolo Ribaldone
    Paolo Ribaldone
    Dopo una vita dedicata ad Ampere e Kilovolt, ora dà una mano a Cose Nostre

    - Advertisment -

    Iscriviti alla Newsletter

    Ricevi ogni giorno, sulla tua casella di posta, le ultime notizie pubblicate

    METEO

    Comune di Caselle Torinese
    cielo sereno
    23.2 ° C
    24.8 °
    21.8 °
    84 %
    2.1kmh
    0 %
    Ven
    31 °
    Sab
    30 °
    Dom
    22 °
    Lun
    29 °
    Mar
    26 °

    ULTIMI ARTICOLI

    Tempo Libro chiude oppure rinasce?

    0
    Da qualche giorno la notizia della chiusura della libreria “Tempo Libro” rimbalza sui social e la costernazione di chi condivide tale notizia è palpabile....