Clima sempre più nervoso in giro per Caselle. Le elezioni hanno dato alla testa a molti. Ed il partito che era maggioranza (e che ormai maggioranza non è più) si frammenta, affidandosi a personaggi che credevamo non potessero riapparire sulla scena casellese, perlomeno non in prima persona.

Ed invece rieccoli, con tutto il loro corredo di vecchia politica: promesse roboanti, offerte da codice penale, intimidazioni più o meno velate, amicizie equivoche. Sì intimidazioni, certificate addirittura dal coordinatore provinciale del Pd.

Ma allora quanto vale Caselle strategicamente? Evidentemente molto, se scatena guerre fratricide (cit.) così violente.

Caselle invece deve tornare ad essere dei cittadini, visto che i signori che sono in maggioranza se ne sono dimenticati, troppo presi dalle loro lotte per le poltrone.

I disagi di questi ultimi 10 anni che nascono dai 10 anni precedenti sono sotto gli occhi di tutti. Strade rotte, edifici fatiscenti, manutenzione assente, servizi scarsi.

Ma niente, loro litigano e minacciano per i voti, oppure promettono l’impossibile.

Noi di Insieme per Caselle Futura preferiamo non entrare in questo clima. Fa provare un senso di pena per coloro che invece si agitano in cerca di candidature e di incarichi.

Ma si rendono conto o no di come è ridotta Caselle? E che sono stati loro, tutti quanti, a ridurla così negli ultimi 20 anni? Ora si accusano reciprocamente, ma prima? Tutti a mangiare insieme, alla stessa tavola, felici e contenti.

No, basta davvero. Speriamo che questa pessima pagina per la città di Caselle si chiuda in fretta e che tutta questa gente venga dimenticata.

So che andare a votare in un clima simile non è facile, ma bisogna fare un piccolo sforzo, andare ai seggi e spingerli via. C’è bisogno di aria pulita in questa città ormai intossicata e noi ci mettiamo la faccia e le competenze, di altissimo livello. Certo non sarà facile ereditare Caselle in queste condizioni. Siamo come in un dopoguerra, dove tutto è da ricostruire, a partire dai rapporti tra le persone.

Chi si impegna sa che non sarà semplice né governare né riparare tutti i danni. Ma ci si riesce con le competenze e la preparazione, non con le vane promesse. Caratteristiche che Caselle Futura ha e che mette in campo, al servizio di tutti.

Nella vita politica ufficiale, vi è stato un Consiglio comunale piuttosto acceso, sia per le parole della signora Belardi, che ha lanciato un lungo e accorato j’accuse verso alcuni membri della maggioranza, sia per le interrogazioni vere e proprie successive.

In particolare, alla maggioranza attuale non piace quando vengono poste interrogazioni  tecniche. Avevo chiesto conto, di nuovo, dei lavori da eseguire in certe zone di Caselle tra cui le Cit, della scarsa pulizia della città, dei pacchi alimentari. Proprio prendendo spunto da questi ultimi il futuro ex sindaco ha detto che le segnalazioni dei cittadini che danno adito a queste polemiche sono “disdicevoli”. Proprio disdicevoli sono quindi questi cittadini brutti e cattivi che vorrebbero avere un comune che funziona, vero?

A me pare che invece sia più disdicevole chi si sta facendo campagna elettorale con i soldi pubblici, ad esempio, spendendo in iniziative inutili solo per apparire.

Infine, dopo aver perso tutti i fondi del PNRR, andati ad altri comuni, tipo Mappano (un milione), Caselle tenta la strada dei piani di recupero. Vedremo. Ma con l’aria che tira ormai la vita politica è paralizzata, è diventa difficile anche la cosa più semplice, figuriamoci quelle complesse.

Dott. Andrea Fontana

Caselle Futura

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.