2.6 C
Caselle Torinese
6 Dic 19 - 12:31

Rivalità fra compositori

Il Teatro alla Scala non fu sempre “il Teatro alla Scala”. Voglio dire che a lungo, pur fra i primi teatri d’Italia, non fu mai il primo, ruolo che era saldamente tenuto dal Teatro...

Il cigno di Catania vola su Torino

Può capitare - e in realtà capita spesso - che ci si dimentichi di Bellini. Ma ecco che poi sopravviene, inevitabile, il ritorno di fiamma, e lui si ripresenta attraente e seducente, mettendo in...

Torinesi con l’archetto

Alla fine del ‘600 il genere che in campo strumentale incontrava di più il gusto del pubblico era il concerto grosso, che vedeva l’orchestra divisa in due settori: il “concertino”, gruppetto di solisti a...

L’oggetto misterioso del Teatro Regio

Come già fatto notare tempo fa, la programmazione del Teatro Regio di quest’anno si impernia tutta quanta su opere di repertorio, titoli ultranoti e ultrafamiliari. Ma siccome ogni regola ha la sua eccezione, in...

Wolfgang Amadeus Mozart, un mitico enfant prodige

Anche chi sa poco o nulla di Wolfgang Amadeus Mozart, sa per lo  meno che è stato un bambino prodigio; il bambino prodigio più prodigioso (mi scuso per il bisticcio) di tutta la storia...

Natale in musica

Ogni anno, coll’appressarsi delle feste natalizie, tutte le società di concerti cercano di proporre titoli adeguati al periodo. Ma non è facile. Per quanto sembri strano, la più grande festa della cristianità non possiede...

Antonio Vivaldi a Torino

Noi torinesi possiamo vantarci di essere possessori di uno dei tesori più rilevanti della storia della musica. Parlo del Fondo di manoscritti vivaldiani Foà-Giordano, conservato presso la Biblioteca Universitaria Nazionale. Sarà forse utile ripercorrere la...

L’intramontabile “follia”

La moda è tiranna in tutto, anche nella musica. Si può dire che ogni nuova generazione imponga modelli, canoni e schemi sempre nuovi e diversi, per cui trovare un tema strumentale o cantabile che...

La “Trilogia popolare” di Verdi

Per l’imminente stagione il Teatro Regio ha impostato un cartellone che segue la regola del “popolare a tutti i costi”, oserei dire dell’autarchia in musica. Intendiamoci, non c’è alcun male ad accarezzare i gusti...

Gioacchino Rossini, il gigante

Fra i geni musicali che conobbero successo precoce e carriera folgorante, il più notevole fu forse il “cigno di Pesaro”, Gioacchino Rossini, di cui quest’anno si commemora il 150° della morte. Nato poco più di...

Eroica uber alles

Nell’estate del 1804, col completamento della “Sinfonia Eroica”, Beethoven girò la pagina del libro della storia. Già da tempo l’orticello di Haydn e di Mozart gli stava stretto, già da tempo il suo stile ambiva...

Una lacrima immortale

“Nacqui sottoterra in Borgo Canale, in una cantina ove ombra di luce mai penetrò”: con questo singolare ossimoro, il bergamasco Gaetano Donizetti (1797-1848) descrisse la sua venuta al mondo. La sua vita fu intessuta alla...

L’Orfeo, il primo melodramma

La recente rappresentazione al Teatro Regio de “L’Orfeo” di Claudio Monteverdi mi ha spinta ad alcune riflessioni sull’argomento, che tenterò di ripercorrere qui con voi. Come si sa, “L’Orfeo” viene tradizionalmente considerato la “prima opera...

Haydn, terzo alla pari

Tutti gli amanti di musica, anche quelli che ne hanno solo una vaga idea, conoscono l’esistenza di un’indivisibile “triade viennese” formata dai nomi di Haydn, Mozart e Beethoven; la triade gloriosa che inventò, si...

Il miracolo del pianoforte

Credo che tutti noi, se ci facessero votare su “quale sia lo strumento musicale più popolare”, opteremmo per il pianoforte. Infatti quale altro strumento è in grado di conglobare in sé tutte le voci dell’orchestra?...