Salutato il vecchio anno, ci siamo formulati tutti gli auguri più belli, abbiamo tutti pensato ai buoni propositi.Chissà se riusciremo nei nostri intenti nel 2020…

In questa rubrica, che sappiamo essere seguita da molte persone e che da anni ormai si occupa della benemerita Associazione Croce Verde Torino ed in particolare della sua Sezione di Borgaro-Caselle, abbiamo registrato con piacere i buoni propositi del 2019. Propositi ed intenzioni che hanno trovato la loro naturale propensione nell’ingresso in Sezione di cinque nuovi militi.

Negli anni passati gli ingressi dei volontari erano massicci e senza alcun invito dall’esterno: il solo entusiasmo guidava le adesioni.  Altri tempi.  Oggi, queste  – seppur poche – risorse che si sono affacciate nel corso di tutto un anno siano dunque le benvenute. Sono entrati e fanno parte di una grande famiglia di oltre 1.300 volontari, e saranno sempre curati e salvaguardati con l’occhio del buon padre di famiglia.

La nuova linfa della Croce Verde Torino passa anche attraverso loro, come il futuro dell’Ente e di tutta la sua splendida organizzazione. Tutti volontari, vertici apicali compresi.

Ormai le energie dei vari responsabili, a tutti i livelli di questa ultra centenaria associazione, sono state profuse a piene mani: una apposita squadra della comunicazione si occupa di coordinare l’immagine e veicolare fin dove può le iniziative per divulgare le attività della Croce Verde Torino, punta di diamante del sistema sanitario di soccorso immediato e collegato al 118 Regione Piemonte ( ricordiamo però che il numero da comporre adesso per richieste di soccorso in generale è 112 )

Ogni milite della Croce Verde Torino, con il suo piccolo sistema di comunicazione attraverso i propri contatti, espande la ricerca ed anche noi con il nostro mensile riusciamo a raggiungere una vasta platea e non mancano mai gli appelli ad aderire a questo tipo di volontariato.

Insomma, tutti insieme abbiamo “fatto sistema”.

Per questa ragione il nostro giornale continua a diffondere l’attività, il lavoro, i numeri di questi meravigliosi volontari, i militi della Croce Verde Torino, che operano come ben sappiamo a Borgaro con sede in Via Italia, 45 da quasi cinquanta anni.

Ed eccoci ai nuovi arrivi: Antonio, Cristina, Luca, Marco e Vasile ( Valentino per gli amici). A loro il nostro più grande abbraccio ideale nella famiglia “Verde”. Hanno già iniziato l’iter per assurgere al grado superiore di “milite”. Oggi sono “aggregati” nelle singole squadre di assegnazione.

Purtroppo Marco e Valentino la sera del nostro incontro erano impegnati per un turno di lavoro e non erano con noi, ma avremo modo di incontrarli presto in altra occasione.

  • Allora cari ragazzi, intanto veramente siate i benvenuti presso la Sezione di Borgaro-Caselle della Croce Verde Torino, e lo siate in questa bella, sana, gioiosa famiglia. Tu, Marco,  hai 31 anni, sei di Settimo, e ti hanno inserito nella squadra del sabato mattina: perché sei entrato in Croce Verde? –

“Sono in Croce  Verde grazie alla mia amica Angela, militessa e responsabile della nostra sezione.”

  • Perché fai il volontario? –

“Sento forte il dovere di trovare un modo per aiutare chi ne ha bisogno,  avendo come riconoscimento un arricchimento personale.”

  • Sei sicuro della scelta che hai fatto? –

“Certo. Lo rifarei altre mille volte perché le emozioni che mi sta dando questo volontariato non le potrei ritrovare in alcuna altra attività.”

  • Antonio, sei casellese e sei stato inserito nella prima squadra. Hai 58 anni: cosa ha detto tuo figlio quando  gli hai comunicato la tua decisione? –

“È stato lapidario:  – Lo farò anche io -.”

  • Cristina, 18 anni, anche lei casellese, la giovanissima del gruppo,  è stata inserita nella seconda squadra.  – Cristina, cosa ti aspetti di ricevere dalla Croce Verde? –

“Molte esperienze, amicizie e spero di imparare molte cose nuove.”

  • Tu sai che fra i tuoi nuovi compagni di servizio molti di loro hanno da venti-trenta-anche quaranta anni di servizio continuativo. Tu hai una idea del tempo che potrai dedicare alla Croce Verde Torino? –

“Spero di poter continuare a dedicare il mio tempo ancora per molto, sperando che i miei studi ed il mio futuro lavoro non mi ostacolino.”

  • La tua scelta perché è stata fatta verso la Croce Verde Torino, e non ad esempio in Parrocchia o presso altro Ente assistenziale? –

“Dopo la scuola superiore, vorrei intraprendere studi in ambito sanitario e la Croce Verde penso che mi possa aiutare ad essere più sicura della mia scelta.”

Peccato veramente non avere avuto fra gli ospiti anche Luca, terza squadra, e  Valentino, quinta squadra, tuttavia la nostra chiacchierata scivola simpatica e dolce come il miele, tutti riuniti nell’aula formazione della sezione. Bello stare con dei giovani e anche un po’ meno giovani, così pieni di vita e di principi meravigliosi come si arguisce dalle loro risposte.

I militi della Croce Verde Torino, ancora una volta dimostrano di avere testa, mani operose, ma soprattutto un grande cuore. E lo sono da oltre 110 anni. Sempre.

Purtroppo l’attuale società civile, è figlia di un narcisismo diffuso, per cui tutto è dovuto e pochi pensano invece a non essere solo “mungitori” del sistema.

Per questo plaudiamo sempre più ad Antonio, Cristina, Luca, Marco e Valentino che sono andati controcorrente e sicuramente con il tempo si renderanno conto loro stessi che essere in Croce Verde Torino è bello ed è ancor più bello quando, finito il rodaggio, entreranno a pieno titolo e con meriti nella rosa dei soccorritori del 118 Regione Piemonte.

Il tempo è un’opera da costruire con il contributo di tutti: con il tempo giusto ed il contributo di tutti, la Croce Verde Torino vive in ottima salute da oltre 110 anni.

Allora a chi ci legge, a chi nutre dei dubbi, a chi vuole provare nuove emozioni, come ci ha detto Marco, a chi prova per avere certezze delle proprie scelte, come ci ha detto Cristina, a chi… a chi…ai tanti che ci leggono, provate anche voi: sciogliete i nodi, venite a sentire cosa ha da dirvi la Croce Verde Torino Sezione di Borgaro-Caselle Via Italia,45 Borgaro tel.011.4501741. ( dopo le 20 tutti i giorni). Oppure più pratico ancora, inviate una mail a: croceverde.borgarocaselle@gmail.com e sarete contattati dai militi che curano appositamente la selezione.

Mauro Giordano
Sono nato a Torino il 23 settembre 1947, dove ho studiato e lavorato in tre aziende del settore servizi fino a tutto il 2005, quando, raggiunta l’età pensionabile ho potuto lasciare tutti i miei incarichi. Risiedo a Caselle dal 1970, anno in cui mi sposai trasferendomi da Torino nella nostra città. Fin dal 1970 ebbi l’onore di conoscere ed apprezzare il fondatore del mensile Cose Nostre, il dottor Silvio Passera, il quale fin dal primo numero mi propose di scrivere notizie relative alla Croce Verde, ente di cui facevo parte come milite a Torino e poi come milite della Sezione di Borgaro, poi divenuta Sezione di Borgaro-Caselle essendo stato il fondatore del sodalizio nel 1975. Una più corposa collaborazione con il giornale è avvenuta negli ultimi tempi e sotto la direzione di Elis Calegari, anche per effetto del maggiore tempo disponibile. Attualmente collaboro - con piacere e simpatia -anche alla stesura di notizie generali, ma sempre con matrice sociale. I miei hobby sono sempre stati permeati da una grande curiosità di tutto ciò che mi circonda: persone, fatti, lavoro, natura, buon umore e solidarietà. Ho avuto modo di conoscere tutta l’Italia, ed è questo il motivo che ora desidero dedicare tempo a “Cose Nostre”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.