Nella mattinata di giovedì 21 maggio ha riaperto anche a Caselle, come nelle altre località gestite da SETA, l’Ecocentro comunale.

Come visibile nella foto scattata per l’occasione, si entra uno per volta, con obbligo di mascherina e guanti. Essendo il primo giorno di apertura, si è formata una piccola coda di auto, avendo la gente accumulato nel periodo di chiusura il risultato di attività di pulizia e piccole o grandi manutenzioni nelle abitazioni.

Ecco la situazione delle altre riaperture ancora mancanti, fra quelle di competenza comunale.

L’accesso agli uffici comunali fino al 31 maggio avviene solo previo appuntamento. Solo per la Polizia Municipale non serve la prenotazione, ma si accede agli uffici una persona per volta. Da giovedì 21 maggio riprende la possibilità di colloquio con il Sindaco, solo previo appuntamento telefonando al Settore Affari Generali.

Per quanto riguarda le aree verdi, ora sono accessibili e fruibili dalla popolazione. Fanno eccezione, fino al 31 maggio, l’area picnic di Borgata Francia e le aree gioco per i bimbi. Per queste i dubbi dell’Amministrazione sono legati al problema di come organizzare le sanificazioni dopo l’uso. Nella speranza di una discesa, nel frattempo, della curva dei contagi, per il momento si è preso tempo.

Analoga presa di tempo per Biblioteca, Informagiovani e CAG (Centro di Aggregazione Giovanile). “Stanno lavorando per la messa in sicurezza delle proprie sedi – così recita l’avviso sul sito del Comune – nel rispetto delle prescrizioni per il contenimento del rischio di contagio Covid19. A breve Vi comunicheremo la data di riapertura con le modalità che metteremo in atto per garantire la vostra e la nostra sicurezza, ma sono già disponibili molti servizi on-line per tutti i cittadini casellesi”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.