Franca Biel Martinetto è stata accompagnata nel suo ultimo viaggio terreno da una folla immensa che ha partecipato, commossa, alla sue esequie.

La città intera s’è unita al cordoglio della famiglia e raramente un funerale è stato così tanto partecipato.

Ad officiare il rito funebre, il parroco di Viù, paese tanto caro a Franca, don Giovanni e Don Claudio, il nostro parroco, il quale, pur ancora provato dal recente intervento chirurgico, non ha voluto far mancare la sua attiva partecipazione accanto a tutta la famiglia Martinetto.

Toccante, in modo particolare, il messaggio che tutte le maestranze del Martinetto Group hanno voluto indirizzare in primis al Commendatore Filiberto, fondatore del Gruppo, e da sessantaquattro anni coniuge felice d’una donna che è stata maestra di stile e raro esempio di  vita.

L’invito che la portavoce delle maestranze ha rivolto a Filiberto è stato quello di non arrendersi al dolore, ma di provare a continuare nello straordinario segno che Franca Biel ha saputo tracciare nel corso di tutta la sua esistenza: mai arrendersi. Anche al cospetto del dolore più lancinante, c’è sempre un domani in cui sperare, un sogno da individuare e da cogliere. Questa è l’eredita che Franca ci lascia.

Nelle foto di Aldo Merlo alcuni momenti delle esequie

Elis Calegari è nato a Caselle Torinese il 24 dicembre del 1952. Ha contribuito a fondare " Cose Nostre", firmandolo sin dal suo primo numero, nel marzo del '72, e, coronando un sogno, diventandone direttore responsabile nel novembre del 2004. Iscritto all' Ordine dei Giornalisti dal 1989, scrive di tennis e sport da sempre. Nel corso della sua carriera giornalistica, dopo essere stato collaboratore di prestigiose testate quali “Match Ball” e “Il Tennis Italiano”, ha creato e diretto “Nuovo Tennis” e “ 0/15 Tennis Magazine”, seguendo per più di un ventennio i più importanti appuntamenti del massimo circuito tennistico mondiale: Wimbledon, Roland Garros, il torneo di Montecarlo, le ATP Finals a Francoforte, svariati match di Coppa Davis, e gli Internazionali d'Italia per molte edizioni. “ Nuovo Tennis” e la collaborazione con altra testate gli hanno offerto la possibilità di intervistare e conoscere in modo esclusivo molti dei più grandi tennisti della storia e parecchi campioni olimpionici azzurri. È tra gli autori di due fortunati libri: “ Un marciapiede per Torino” e “Il Tennis”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.