E’ stata inaugurata l’area giochi di piazza dell’Emigrante. Un’area ricavata, ce ne eravamo già occupati di recente in alcuni articoli, recintando circa metà del giardino già esistente nella piazzetta e che era “in balia” delle deiezioni canine abbandonate dai padroni dei cani.

All’Amministrazione Baracco era quindi venuta in mente questa soluzione per risolvere un duplice problema: la carenza di aree giochi nel centro storico ed il mantenere pulita almeno parte dell’area (fermo restando la campagna contro le deiezioni). L’inaugurazione è avvenuta grazie anche ad una tregua del meteo incerto di questo periodo (che aveva ritardato la conclusione dei lavori) ed ha avuto una variazione, graditissima, sul programma previsto: infatti, un paio d’ore prima al Palatenda c’era stata un’entusiasmante esibizione del CoroMoro, composto, tra gli altri, da ragazzi richiedenti asilo che vivono a Ceres; ebbene, i ragazzi, invitati dall’Amministrazione a partecipare all’inaugurazione, hanno partecipato volentieri ed attivamente. Un intervento significativo, vista la denominazione della piazzetta.

La dichiarazione dell’assessora alle Pari Opportunità Angela Grimaldi: “E’ stata un’inaugurazione diversa dal solito. Il “fuori programma” dovuto alla partecipazione del CoroMoro ha dato un tocco in più anche a livello emotivo.
Siamo in piazza dell’Emigrante e la loro presenza è stato un momento molto particolare, vista la situazione a livello nazionale, ed internazionale, sul problema immigrazione. Per un pomeriggio siamo sembrati un paese fuori dal mondo, con i ragazzi del coro in totale armonia e sinergia con i bimbi ed i loro genitori (in particolare gli alunni della sezione G della Materna Andersen delle maestre Sonia e Livia, che hanno “adottato” il monumento della piazza).
Sono molto soddisfatta come assessora alle Pari Opportunità e sono fiduciosa che questi bimbi crescendo si porteranno dietro quanto vissuto e questa loro semplicità, perché credo che quanto si fa da piccoli ce lo si porta dietro poi da adulti”
.

Le parole dell’assessore ai Lavori Pubblici ed al Verde Giovanni Isabella: “Come detto già in un altro vostro articolo, la risistemazione dell’area è costata al Comune meno di 10 mila euro. Purtroppo manca ancora un giochino per un ritardo nella consegna da parte del fornitore, ma abbiamo comunque deciso di inaugurare, con l’arrivo della bella stagione. Sono molto soddisfatto di essere riusciti a riqualificare quest’area piccola, ma importante per il centro storico.
Oltretutto abbiamo recuperato e rimesso in ordine un’area destinandola ai casellesi più piccoli. Inoltre, come “effetto collaterale”, anche l’altra metà del giardino ha visto drasticamente ridursi il problema delle deiezioni canine, fatta eccezione per qualche sporadico incivile che continua a fregarsene.
Ma questo di piazza dell’Emigrante era solo il primo di una serie di piccoli interventi mirati a riqualificare alcune aree, come promesso un anno fa in campagna elettorale: in prospettiva ci saranno la realizzazione di altri parchi gioco per i piccoli in via Colombo ed in strada Caldano, oltre alla sistemazione del parco giochi in via Che Guevara e ad un intervento più importante nel campetto sportivo delle case CIT, dove abbiamo intenzione di realizzare un’area sportiva polivalente”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.