“È importante lavorare assaporando il gusto di ciò che si fa: il sacrificio passa inosservato se fai le cose con slancio ed entusiasmo”.
Proprio con queste parole è stato inaugurato a Borgaro, lo scorso 26 febbraio, il corso militi 2022 rivolto ai nuovi aggregati della Croce Verde Torino.
Meravigliose donne ed uomini, ben quindici, tutti giovani, alcuni giovanissimi. Nel corso del 2021 questi “ragazzi” hanno sentito la necessità di dedicare il loro tempo libero affacciandosi al volontariato della Croce Verde Torino e sono stati assegnati alla Sezione di Borgaro-Caselle. Una manna dal cielo e un gran rinforzo per i militi già presenti.
In collaborazione con la consorella Sezione di Venaria, i formatori 118 Regione Piemonte, anch’essi militi volontari della Croce Verde Torino, hanno iniziato il loro ennesimo tour, proprio per formare, istruire, motivare queste giovani leve.
A fine febbraio il primo incontro, propedeutico al successivo corso che al suo interno contiene un nutrito programma che inizia con il far conoscere che cosa è la Croce Verde Torino, e come si inserisce un soccorritore nell’ambito del soccorso con le sue responsabilità, per passare poi alla gestione di una “semplice”- si fa per dire – chiamata inoltrata dal 118, e così via fino alla pratica spicciola riferita proprio all’uso adeguato di tutte le tecniche di primo intervento. Punta di diamante della Croce Verde Torino universalmente riconosciuto.
Il primo step di formazione terminerà il 29 marzo con un test scritto, ma subito proseguiranno le attività fino al 14 aprile con un nuovo test e quindi nuovamente teoria e pratica fino al termine: 11 giugno, con valutazione finale.
E l’11 giugno ci auguriamo di dare notizia che i quindici aggregati saranno risultati idonei ed entreranno a tutti gli effetti nei ranghi ufficiali dei “soccorritori Regione Piemonte” con la meravigliosa divisa arancio, che già indossano, e che li contraddistingue in tutto il mondo di questo volontariato.
A loro: Claudia, Antonia, Elena, Cecilia, Gabriele, Veronica, Ariella, Arianna, Andrea, Norina, Francesco, Raffaele, Simonetta, Martina, Lorenzo, che hanno già impresso nel cuore il meraviglioso motto: “incontriamoci mai ci siamo sempre”, il più grande caloroso benvenuto, di tutta la comunità locale.
La vostra strada sarà ancora lunga prima di raggiungere altri traguardi importanti, tuttavia apprendere bene e poco alla volta ogni miglior tecnica di primo soccorso sarà per voi il mettere a parte un grande bagaglio che vi servirà per sempre nella vostra vita, e servirà alla società dove vivrete.
E che voi rimaniate un anno in Croce Verde Torino oppure cinquanta come ormai tanti militi, sarà sempre un grande successo personale, una formazione civile di alto profilo e un grande vantaggio per la società dove voi operate ed opererete.
E se qualche lettore desidera avere informazioni ricordiamo sempre il telefono della Sezione di Borgaro-Caselle 011.4501741 tutti i giorni dopo le 20. Oppure contatto mail a : borgarocaselle@croce verde.org

Mauro Giordano

Sono nato a Torino il 23 settembre 1947, dove ho studiato e lavorato in tre aziende del settore servizi fino a tutto il 2005, quando, raggiunta l’età pensionabile ho potuto lasciare tutti i miei incarichi. Risiedo a Caselle dal 1970, anno in cui mi sposai trasferendomi da Torino nella nostra città. Fin dal 1970 ebbi l’onore di conoscere ed apprezzare il fondatore del mensile Cose Nostre, il dottor Silvio Passera, il quale fin dal primo numero mi propose di scrivere notizie relative alla Croce Verde, ente di cui facevo parte come milite a Torino e poi come milite della Sezione di Borgaro, poi divenuta Sezione di Borgaro-Caselle essendo stato il fondatore del sodalizio nel 1975. Una più corposa collaborazione con il giornale è avvenuta negli ultimi tempi e sotto la direzione di Elis Calegari, anche per effetto del maggiore tempo disponibile. Attualmente collaboro - con piacere e simpatia -anche alla stesura di notizie generali, ma sempre con matrice sociale. I miei hobby sono sempre stati permeati da una grande curiosità di tutto ciò che mi circonda: persone, fatti, lavoro, natura, buon umore e solidarietà. Ho avuto modo di conoscere tutta l’Italia, ed è questo il motivo che ora desidero dedicare tempo a “Cose Nostre”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.