Non ci sono ancora pronunciamenti ufficiali, ma risulterebbe proprio di età medievale il ritrovamento emerso a Caselle dai lavori di scavo davanti alla chiesa parrocchiale di Santa Maria, all’angolo della centralissima piazza Boschiassi.

Come già riferito in precedenti articoli, il ritrovamento di una tomba contenente ossa umane, di diverse persone (data la presenza di femori di diverse lunghezze), era avvenuto mercoledì 9 settembre, nel cantiere SMAT di via Cravero, ove era in corso la sostituzione della condotta dell’acqua potabile. Fermati i lavori, la Sovraintendenza ha disposto i necessari approfondimenti, che sono cominciati martedì 22 settembre con l’arrivo di due archeologhe, che hanno cominciato i loro accertamenti. Un lavoro certosino, condotto con cazzuola e pennello, per non danneggiare eventuali reperti. Man mano che il terriccio e il pietrame nella zona intorno alla tomba venivano rimossi, altri frammenti ossei sono saltati fuori.

Nella seconda foto in basso, i ritrovamenti che sono stati estratti dallo scavo, dopo la prima giornata di lavoro: ossa umane di diverse dimensioni, e sulla destra la lastra di mattone pieno che faceva da copertura alla tomba: un mattone manubriato (cioè dotato di un incavo a mezzaluna per consentirne il sollevamento), derivato dal sesquipedale romano, ma che in periodo medioevale e ambiente padano assume le dimensioni più ridotte qui ritrovate.

Le investigazioni archeologiche proseguiranno nei prossimi giorni, in parallelo al cantiere SMAT che da mercoledì 23 settembre da piazza Boschiassi è entrato in via Guibert, dove proseguirà per svoltare poi in via del Teatro e terminare all’incrocio con via Torino.

L’archeologa fotografa l’interno della tomba (le apparecchiature blu che si intravedono sono le valvole della nuova conduttura SMAT in fase di posa)
Ritrovamenti estratti dallo scavo: ossa umane di diverse dimensioni e la lastra di mattone che faceva da copertura
Altro momento dei rilievi

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.