17.9 C
Comune di Caselle Torinese
venerdì, Giugno 14, 2024

    La squadra di montagna della Croce Verde Torino: una punta di diamante


    Nel “passeggiare” per la Croce Verde Torino non possiamo dimenticare le bianche cime innevate delle nostre valli, valli che ci portano alla mente gli innumerevoli servizi svolti dalle militesse e dai militi della prestigiosa “squadra di montagna”. Squadra a sé stante, ma sotto la Direzione della Croce Verde Torino, rappresenta un’altra punta di diamante dell’ente. E con il 2024 sono 110 gli anni dalla fondazione di questo nucleo altamente specializzato nel soccorso su pista, nato quasi per scherzo e sfida nel 1914 da lungimiranti militi che ebbero a prevedere il grande sviluppo che si sarebbe avuto nello sport sciistico. Oggi la squadra di montagna rappresenta il tassello più importante di tutte le piste della Via Lattea e dell’intero comprensorio della Val di Susa.
    La squadra di montagna della Croce Verde Torino opera infatti a Claviere, Salice d’Ulzio, Sestriere, San Sicario, Prali, Bardonecchia, Melezet, Colomion e Jaffreau.
    La domenica e i giorni festivi i militi da Torino e dalle sezioni locali si recano sulle piste ed effettuano i servizi di soccorso, in armonia e coordinazione con gli Alpini dell’Esercito Italiano, i Carabinieri, i Vigili del Fuoco e Polizia di Stato. Un team affiatato e perfettamente addestrato a ogni tipo di intervento anche a condizioni estreme.

     

    “Interventi ben diversi da quelli di città -ci spiega Filiberto Paganini, casellese, milite della Sezione di Borgaro-Caselle e della squadra di montagna – in quanto quando parte la prima richiesta di soccorso, viene attivato un solo sciatore-soccorritore con il compito di constatare lo stato reale dei feriti. Tuttavia il soccorritore, seppure solo, è comunque già dotato di zaino con forniture di primo intervento. Quando giunge sul posto teatro del sinistro prende atto dello stato dei fatti e attiva la centrale da cui è partito il S.O.S. via radio: i telefoni cellulari in montagna hanno poco campo di ricezione e non offrono sufficienti garanzie di comunicazione. Chiede quindi gli aiuti necessari, ivi compreso il soccorso a mezzo elicottero. Sono circa 100 i militi soccorritori-sciatori, appartenenti alla squadra di montagna, che sono equipaggiati con divise della Croce Verde Torino compresi scarponi e sci. Una vera distinzione anche in termini di immagine.”
    Un impegno di alto livello, di altrettanto alto profilo e di sacrificio, e rischio non indifferente. “Il soccorso in montagna è una sfida difficile, – prosegue Filiberto – l’ambiente è impervio, pericoloso e noi non possiamo permetterci il più piccolo degli errori, tutto è calcolato. I nostri militi, hanno tutti l’abilitazione al soccorso in montagna che prevede prove di vera abilità sciistica, e un lungo affiancamento di affinazione con l’ambiente insieme ad altri esperti soccorritori. Oggi, ad esempio, abbiamo dovuto effettuare nove servizi per traumi importanti a seguito di cadute, di cui ben due con necessità di ulteriore trasporto a mezzo elicottero.”
    Piccola nota a margine, poche settimane fa si è tenuta una cerimonia per consegnare una targa ricordo al Luogotenente di Carabinieri Tamburrino, congedatosi per quiescenza dopo aver svolto ben 47 anni di soccorso sulle piste, insieme ai volontari della squadra di montagna.
    Per quanti desiderassero informazioni più approfondite sia sulla adesione alla squadra di montagna che alla partecipazione attiva quale milite può telefonare tutti i giorni dopo le 20 allo 011-4501741 oppure inviare mail a: borgarocaselle@croceverde.org

    Rispondi

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Mauro Giordano
    Mauro Giordano
    Sono nato a Torino il 23 settembre 1947, dove ho studiato e lavorato in tre aziende del settore servizi fino a tutto il 2005, quando, raggiunta l’età pensionabile ho potuto lasciare tutti i miei incarichi. Risiedo a Caselle dal 1970, anno in cui mi sposai trasferendomi da Torino nella nostra città. Fin dal 1970 ebbi l’onore di conoscere ed apprezzare il fondatore del mensile Cose Nostre, il dottor Silvio Passera, il quale fin dal primo numero mi propose di scrivere notizie relative alla Croce Verde, ente di cui facevo parte come milite a Torino e poi come milite della Sezione di Borgaro, poi divenuta Sezione di Borgaro-Caselle essendo stato il fondatore del sodalizio nel 1975. Una più corposa collaborazione con il giornale è avvenuta negli ultimi tempi e sotto la direzione di Elis Calegari, anche per effetto del maggiore tempo disponibile. Attualmente collaboro - con piacere e simpatia -anche alla stesura di notizie generali, ma sempre con matrice sociale. I miei hobby sono sempre stati permeati da una grande curiosità di tutto ciò che mi circonda: persone, fatti, lavoro, natura, buon umore e solidarietà. Ho avuto modo di conoscere tutta l’Italia, ed è questo il motivo che ora desidero dedicare tempo a “Cose Nostre”.

    - Advertisment -

    Iscriviti alla Newsletter

    Ricevi ogni giorno, sulla tua casella di posta, le ultime notizie pubblicate

    METEO

    Comune di Caselle Torinese
    nubi sparse
    18.7 ° C
    21.2 °
    17.9 °
    71 %
    3.1kmh
    75 %
    Ven
    21 °
    Sab
    20 °
    Dom
    24 °
    Lun
    25 °
    Mar
    26 °

    ULTIMI ARTICOLI

    Voglia di vendetta

    0
    Avete presente che emozioni forti si provano quando si subisce un torto? Sicuramente sì. Si può reagire provando una grande rabbia e si potrebbe...

    Vittoria !