Ultimo consiglio comunale prima della pausa agostana, quello del 29 luglio a Caselle. Forse, anche l’ultimo in modalità streaming, se non ci saranno ritorni di fiamma del Covid. Tre ore la durata, dalle 19 alle 22.

Fra i vari punti all’ordine del giorno, l’argomento che ha dominato la scena è stato quello della discussione, per l’approvazione definitiva, della Variante parziale n° 8 al Piano Regolatore. Mobilitato, per l’occasione, il prof. Barbieri, progettista con l’ing. Margaria di questa variante, come pure di una buona parte di quelle che l’hanno preceduta. Nell’esposizione iniziale, a consiglio momentaneamente sospeso, il prof. Barbieri ha illustrato (purtroppo con un audio a tratti poco percepibile) le principali modifiche introdotte nel progetto definitivo, rispetto al progetto preliminare già esposto in Consiglio Comunale lo scorso febbraio. Modifiche in parte derivanti dall’interazione con Città Metropolitana ed ARPA, in parte conseguenti alle osservazioni avanzate nel frattempo da parte di soggetti privati, 6 delle quali, sulle 11 pervenute, sono state accolte e recepite.

Il Consiglio riprende con la discussione. Il consigliere Esposito parte all’attacco dichiarando, non solo di essere contrario a questa delibera, ma che si riserva di mandarne gli atti in procura: “Sull’area RN1a, che è il grande prato davanti alla Kelemata, sono presenti delle società anonime; questa è una cosa che mi inquieta, perché credo di sapere chi c’è dietro“. Ribatte il sindaco Baracco: “Per la RN1a procediamo con la logica delle allusioni, e continuiamo a fare processi alle intenzioni. Fra l’altro, le osservazioni presentate da parte delle proprietà, visto che l’allusione è di favorire chissà chi, in realtà sono contro la proposta che questa amministrazione sta portando avanti. Queste osservazioni sono state bocciate. La pianificazione urbanistica, come ha espresso prima il prof. Barbieri, si fa a prescindere dalle proprietà”. Prosegue poi il sindaco Baracco esprimendo il suo rammarico: “La Variante 8 è uno strumento che rende più flessibile ed aderente alle esigenze della cittadinanza il Piano Regolatore, su tantissimi aspetti (utilizzo sottotetti, ecc); dispiace vederlo legato solo alla questione RN1a”.

Nella votazione che conclude la discussione, la Variante 8 passa, con 11 voti della maggioranza, Esposito contrario, Favero astenuto.

Sinteticamente a proposito degli altri punti all’ordine del giorno. Nominato l’arch. Giuseppe Verderone come rappresentante casellese nella Commissione Locale per il Paesaggio, che è gestita in forma associata fra i Comuni di Settimo T.se (capofila), Caselle, Borgaro e Mappano. Approvato il regolamento per la disciplina della TARI, modificato a seguito dell’abolizione della IUC. Approvate le tariffe ed agevolazioni TARI per l’anno 2020, con 75.000 euro stanziati per coprire le agevolazioni alle utenze domestiche, e 70.000 per quelle non domestiche; col nuovo metodo di calcolo imposto a livello nazionale dall’agenzia ARERA, la tariffa TARI a Caselle vedrà un incremento di circa il 4%, di cui la metà circa per adeguamento ISTAT, da pagare nel conguaglio di dicembre. Verificata con esito positivo la salvaguardia degli equilibri di bilancio: si prevede di chiudere il 2020 con un pareggio a 22,8 milioni di euro.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.