La Legge Regionale 15/1989 prevede l’utilizzo da parte dei Comuni del fondo derivante dagli oneri di urbanizzazione secondaria nonché del contributo regionale per gli interventi relativi agli edifici di culto e pertinenze funzionali all’esercizio del culto. Facendo riferimento a tale legge, ogni anno il Comune di Caselle stanzia un importo di 10.000 euro.

Nel Consiglio Comunale del 21 dicembre, fra le delibere approvate, c’è stata l’assegnazione del contributo per l’anno 2020, al soggetto che ne ha fatto richiesta, e cioè la Parrocchia di Caselle.

Due le destinazioni che si divideranno il contributo, che verrà effettivamente erogato solo a valle della rendicontazione delle spese: la chiesa della frazione Sant’Anna, per lavori di messa in sicurezza dei cornicioni, e la chiesa parrocchiale di Santa Maria. Qui l’intervento che appare assolutamente non più procrastinabile, anche per la sicurezza dei passanti, è il restauro della parete laterale sud, quella affacciata su via Martiri. Per tale intervento era già stato accantonato il contributo dell’anno 2018, pari ad altri 10.000 euro, a cui ora si aggiunge la quota stanziata per il 2020.

La facciata sud della chiesa parrocchiale di S.Maria in Caselle
La chiesa della Borgata Sant’Anna

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.