Accordo raggiunto, in Piemonte, per il coinvolgimento dei medici di medicina generale nella campagna di vaccinazione contro il Covid-19. L’accordo è stato sottoscritto il 19 gennaio dalla Regione Piemonte, che ha stanziato i fondi necessari per l’operazione, e le rappresentanze sindacali dei medici di famiglia.

Operativamente, i medici entreranno in azione non appena sarà disponibile il vaccino Astra Zeneca, o altro con analoghe caratteristiche, che consenta modalità di conservazione in normali frigoriferi, compatibili con la somministrazione anche a domicilio, oltre che in ambulatorio.

Il target degli assistiti da coinvolgere in una prima fase sarà rappresentato dalle persone in età avanzata, in primo luogo ultraottantenni, e dalle persone non deambulanti già seguite presso il proprio domicilio.

Nelle fasi successive il target di popolazione da vaccinare seguirà le indicazioni nazionali e regionali.

I medici di famiglia che aderiranno, su base volontaria, potranno vaccinare non solo gli assistiti in carico, ma anche altri assistiti comunque residenti nel territorio della Asl di riferimento.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.