Parole distorte, significati deformati: aspetti a cui ci stanno abituando le Opposizioni Consiliari (o, perlomeno, parte di esse). Infatti, nel corso delle sedute dei Consigli Comunali, sui social, negli articoli, sugli organi di stampa, sempre più spesso leggiamo e prendiamo atto delle loro dichiarazioni spesso surreali e ben lontane dalla verità dei fatti. L’uso improprio delle terminologie usate lasciano spazio alla confusione: un esempio di ciò è l’espressione “sequestri” di atti anziché “acquisizioni” degli stessi (due concetti con significato molto diverso). Viene denunciata l’incapacità della Maggioranza a mantenere il numero legale in Consiglio: cosa mai accaduta in tutto questo mandato amministrativo. Lamentele circa la presunta mancanza di risposte alle interrogazioni, le quali, invece, ricevono regolare riscontro. Ci siamo chiesti: perché tutto ciò? Forse un tentativo di alimentare inutili polemiche? Coltivare la tensione che la cittadinanza sta vivendo a causa del perdurare dell’emergenza sanitaria in corso per cercare di ottenere qualche ricaduta “elettorale”? Mancanza di proposte alternative al programma di governo della Maggioranza? Non abbiamo la pretesa di offrire l’esaustiva risposta a queste domande, anche se abbiamo ormai maturato qualche idea circa l’assenza di suggerimenti da parte delle Opposizioni in merito all’amministrazione del bene comune della nostra Città (anche considerando il fatto che alcuni dei Consiglieri di Opposizione nel corso dell’anno 2019 sono stati presenti ad appena circa la metà delle votazioni sulle delibere proposte in Consiglio Comunale: oggettivamente un po’ poco per portare il proprio contributo agli atti che definiscono le scelte concrete per i cittadini). Tutto ciò premesso, ci teniamo a sottolineare che la Maggioranza porta avanti responsabilmente le azioni utili e necessarie alla collettività. Citiamo, a mero titolo di esempio, l’approssimarsi della conclusione dei lavori SMAT nel Centro Storico, l’avvio degli interventi di riqualificazione di via Cravero, l’apertura al transito pedonale del vicolo del Canale dei Molini, l’affidamento di importati incarichi come: collegamento del sistema di videosorveglianza alla Stazione dei Carabinieri; sostituzione dei serramenti della Scuola “Collodi”; realizzazione di un parco giochi in via Colombo; prolungamento della pista ciclabile fino alla rotatoria in via degli Alpini; potenziamento degli impianti di illuminazione pubblica. Inoltre, durante la seduta del Consiglio Comunale del 30/11/2020 sono stati approvati (purtroppo dalla sola Maggioranza) importanti provvedimenti per le politiche per la famiglia, per l’arredo urbano e la Biblioteca, per la creazione di nuovi spazi dedicati ai più piccoli. Ricordiamo, altresì, gli eventi organizzati in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne: l’installazione simbolica in piazza Boschiassi, la diretta sui social con una serie di testimonianze sul tema e l’avvio del progetto “Parole O_Stili” sull’uso di un linguaggio non violento. A tutti i concittadini i più sinceri auguri di Buone Festività nell’auspicio che l’Anno Nuovo possa portare sia il superamento dell’emergenza legata al Covid-19 sia la ripresa economica.
Ricordiamo che per rimanere aggiornati sulle attività del Circolo del Partito Democratico di Caselle (oltre che delle sue articolazioni metropolitana, regionale e nazionale), del quale la presente lista è espressione, è a disposizione il sito internet del Circolo (http://www.pdcaselle.it/) e la pagina Facebook. Speriamo di riaprire presto la sede del Circolo in via Cravero per raccogliere proposte e suggerimenti.
per Caselle con Baracco – Sviluppo e Futuro

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.