19.4 C
Comune di Caselle Torinese
sabato, Luglio 13, 2024

    Giappone, la terra dei samurai

     

     

    “Se avessi messo da parte 10 Euro per ogni cena, gita o viaggio adesso avrei un bel po’ di soldi da spendere in cene, gite e viaggi”, Anja Wenger.

    Questa volta devo dire grazie a Anja Wenger, come tante altre volte, che mi ha spronato a visitare questo Paese che finora – mio grande errore – non mi aveva incuriosito più di tanto. Ci siamo stati a dicembre, e devo dire che dopo 16 giorni di visite ci sarei rimasto ancora un po’ per le tante e belle sorprese che ci ha riservato. In questa puntata di “Cose Nostre” farò una sintesi riservandomi di svilupparla meglio nei racconti dei prossimi mesi.

    Il Giappone è un paese che offre tantissimi luoghi da visitare, ognuno dei quali con storia e caratteristiche diverse. La cultura millenaria l’attraversa a partire dalle metropoli più moderne fino ai villaggi tradizionali.

    Tokyo
    La capitale del Giappone è famosa per i suoi numerosi quartieri, ognuno con la sua “personalità”. I due distretti su cui vogliamo concentrarci sono quelli di Shinjuku e Shibuya, vicini tra loro al punto di poterli visitare entrambi con una piacevole passeggiata.
    A pochi passi dalla stazione di Shinjuku possiamo trovare il bellissimo parco Gyoen, un ampio spazio verdeggiante a contrasto con i grattacieli che lo circondano.
    Continuando la passeggiata possiamo raggiungere uno dei quartieri più famosi: Shibuya. Questo è il distretto in cui si possono trovare mille locali notturni, la popolarissima statua di Hachiko e l’attraversamento pedonale più affollato del mondo: lo Shibuya Scramble Crossing, dove nelle ore di punta si stima che da 1.000 a 2.500 persone attraversino questo incrocio ogni due minuti.

    Il Monte Fuji
    Tra le cose da vedere in Giappone il monte Fuji è senza dubbio una delle più importanti: adorato dalla popolazione quasi alla stregua di una divinità, racchiude tutta l’iconicità dell’estremo oriente.
    Un’esperienza al monte Fuji può consistere in una vera e propria escursione con scalata oppure, come nel nostro caso, nella semplice vista della montagna da posizioni che ne offrono una visuale spettacolare, come ad esempio la località di Kawaguchiko.

    Nikko
    Nikko è una città nella prefettura di Tochigi: è patrimonio mondiale dell’UNESCO tra le montagne a poche ore a nord di Tokyo. La zona è famosa per i suoi vivaci colori autunnali e per il mausoleo dello shogun Tokugawa. L’attrazione principale è il Santuario Toshogu, uno splendido complesso con più di una dozzina di edifici riccamente decorati tra antichi cedri. I templi e i santuari con i loro portali vermigli e le lanterne di pietra ricoperte di muschio sono dislocati sul fianco della collina boscosa.

    Takayama
    Takayama è una deliziosa cittadina ai margini delle Alpi giapponesi e uno dei migliori posti tra quelli meno visitati in Giappone. Di questa destinazione si apprezza la tranquillità e la tradizione. A tavola il famoso manzo di Hida e il rinomato sake completano il quadro di quella che si può descrivere senza dubbio come una vacanza dentro la vacanza.

    Shirakawago
    È uno dei villaggi giapponesi tradizionali più grandi e facilmente raggiungibili. Si può tranquillamente affermare che Shirakawago non sia stato “restaurato” e messo in mostra per i turisti; la sua storia è semplicemente la storia di un paese rimasto tagliato fuori dai cambiamenti. Prima della costruzione della strada, nella seconda metà del XX secolo, complici le abbondanti nevicate invernali, questo villaggio era isolato dal resto del Giappone stesso. Oggi le sue tipiche case sono restaurate e mantenute anche grazie a contributi pubblici, e le famiglie che le abitano si sono aperte al turismo in cambio di una vita più agiata.

    Kanazawa
    La città costiera di Kanazawa, capoluogo della ricca prefettura di Ishikawa, si contraddistingue per l’elevato livello dell’artigianato locale e la freschezza dei prodotti ittici. Si dice che il miglior sushi del Giappone si possa trovare infatti proprio qui. Cibo a parte, a Kanazawa si possono visitare i quartieri tradizionali, il castello e il Kenrokuen, che è tra i giardini più belli del Paese.

    Kyoto
    Kyoto è l’antica capitale del Giappone e la sua bellezza risalta come non mai in questi due distretti situati ai lati opposti della città. Una visita ad Higashiyama ci permette di ammirare il tempio Kiyomizu-dera, uno dei maggiori del Paese, e di proseguire per le tipiche stradine Ninenzaka e Sannenzaka per poi raggiungere il quartiere di Gion. Nella verdissima area di Arashiyama si può invece passeggiare nella foresta di bambù di Sagano, esperienza più unica che rara, ed accedere al bellissimo tempio Tenryu-ji ed al suo famoso giardino zen.

    Nara
    Facilmente raggiungibile da Kyoto in treno, Nara si presenta come una città fuori dal tempo. Numerosi sono i parchi in cui si può fare una passeggiata e che ospitano altrettanti templi di grande prestigio. Fra questi il Todai-ji, che conserva al suo interno una delle più grandi statue di Buddha del Paese. A questa atmosfera di tranquillità si aggiunge la presenza dei cervi di Nara, simpatici animali che popolano buona parte dei parchi della città.

    Hiroshima
    Hiroshima è una tappa importante per un viaggio in Giappone ed insieme ai musei ed i parchi commemorativi della tragedia della bomba atomica, non si può non visitare l’isola di Miyajima.
    Qui troviamo il famoso portale sommerso dal mare appartenente al santuario di Itsukushima costruito su palafitte. Non soltanto, l’escursione dell’isola continua con la salita al monte Misen, dalla cui vetta si può avere una bellissima visuale dell’isola e della città di Hiroshima.

    Osaka
    Namba è il quartiere di Osaka più vivace. I mille ristoranti, pub e locali notturni che lo popolano sono infatti luoghi in cui è possibile socializzare con gli abitanti di questa città, famosi per essere più estroversi rispetto a quelli delle altre città del Giappone.

    Onsen
    Onsen in giapponese significa “sorgente termale”, che i numerosi vulcani regalano alle isole del Giappone. La temperatura e la concentrazione di minerali disciolti nell’acqua, quali zolfo, ferro e sodio, sono caratteristiche peculiari degli Onsen.
    Diverse strutture di ricezione tradizionali, i Ryokan, hanno i propri Onsen, favorendone la diffusione anche tra i turisti.

    Rispondi

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Giovanni Cravero
    Giovanni Cravero
    Giovanni Cravero meglio conosciuto come Vanni, nato nel 1952 a Caselle di professione Agente di Commercio da sempre e da sempre con la grande passione di andare in giro ovunque sia possibile. Ho cominciato a muovermi all’età di 17 anni e senza soste questo mi ha portato a vedere ad oggi oltre 80 Paesi in tutti i 5 continenti, oltre 800 località e oltre 200 Siti Unesco, che come mi dice Trip Advisor rappresentano oltre il 60% della Terra.

    - Advertisment -

    Iscriviti alla Newsletter

    Ricevi ogni giorno, sulla tua casella di posta, le ultime notizie pubblicate

    METEO

    Comune di Caselle Torinese
    nubi sparse
    18.4 ° C
    19.8 °
    16.8 °
    88 %
    4.1kmh
    75 %
    Sab
    27 °
    Dom
    28 °
    Lun
    29 °
    Mar
    30 °
    Mer
    30 °

    ULTIMI ARTICOLI

    SBAF, mamma mia che successo!

    0
    SBAF un grande successo per la prima edizione della Street Beer Alpin Fest, organizzata dal Gruppo Alpini, dai commercianti, dalla Pro Loco...

    Due nuovi militi