Venerdì 29 e Sabato 30 novembre vengono riproposte le camminate non competitive a Caselle

Venerdì 29 e sabato 30 novembre, vengono riproposte le camminate non competitive, rinviate per il maltempo.

 

Qual è lo scopo e il significato di questa camminata, qui a Caselle?
Siamo alla terza edizione di Liber* di Muoversi, iniziativa che sta crescendo anche qui a Caselle e la cui icona è una donna che si muove in libertà, sicura e libera da pregiudizi e discriminazioni.
Questo è ciò che auspichiamo per le generazioni future ed è il cammino che abbiamo intrapreso.
Camminare e sostenere chi, vicino a noi, nel silenzio delle mura domestiche subisce violenza.

Quali sono le associazioni e i gruppi promotori dell’iniziativa?
La Commissione Pari Opportunità, innanzitutto. Poi l’associazione “La Rete delle Donne”, il Movimento “Se non ora quando?”, l’associazione “eDuChiAmo. cultura, diritti e prevenzione” di Torino, l’associazione “Educazione Prevenzione e Salute”, il Comitato Provinciale di Torino dell’ANPI, la FILMAR Running di Caselle,  UISP Comitato di Ciriè/Settimo/Chivasso, la Libera Associazione Commercianti di Caselle; ma sono sicura che tutte le associazioni casellesi, anche se non presenti nella locandina, la sosterranno.

Orari e modalità per la partecipazione?
Particolarità di quest’anno il passaggio di un simpatico e significativo testimone ai ragazzi dell’Istituto Comprensivo che, anche loro con ritrovo in piazza Boschiassi Venerdì 29 novembre alle ore 9,15, faranno la loro camminata Liber* di Muoversi

E la camminata del 30 novembre?
La camminata avrà come punto di ritrovo piazza Boschiassi, Sabato 30 novembre alle ore 16,30.
Per chi non si fosse ancora iscritto vi sarà la possibilità di farlo al momento.

Le preiscrizioni possono avvenire con modalità diverse: presso l’Informagiovani, oppure contattando la Commissione pari opportunità sui social, oppure presso le associazioni che collaborano alla realizzazione dell’iniziativa.

Il costo della partecipazione è come gli anni precedenti di cinque euro. Al momento dell’iscrizione si riceverà un simpatico omaggio utile per l’iniziativa. La somma raccolta verrà devoluta all’associazione “Educazione Prevenzione e Salute” a fronte di una progettualità sul tema rivolta alla comunità di Caselle.

La sensibilizzazione su questo tema proseguirà poi nel tempo?
Si, non vogliamo relegare il concetto di contrasto alla Violenza Contro le Donne ad un unico giorno; il nostro programma di eventi si estenderà da dicembre 2019 a marzo 2020. Abbiamo così provato a far sintesi di “situazioni” che nella maggior parte dei casi si prestano a tradursi in forme di violenza nei confronti del genere femminile, sia essa donna, bambina, madre, moglie, lavoratrice,

  • Il percorso inizierà da DICEMBRE con: violenza domestica, a cura della “La Rete delle Donne”.
  • Si prosegue a GENNAIO con: violenza del linguaggio, a cura di “Se non ora quando?”.
  • Quindi FEBBRAIO con: violenza sul lavoro a cura di “eDuChiAmo”.
  • Per terminare a MARZO con: violenza in guerra, a cura di “ANPI Comitato Provinciale di Torino”.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here