Natale: Gesù non si stanca mai di venire, forse ci stanchiamo noi di cercarlo e di accoglierlo. Gesù viene anche adesso, ogni giorno.

Viene nella comunità: è presente in mezzo a noi tutte le volte che ci riuniamo nel suo nome, non solo a pregare, ma a collaborare per il bene della comunità stessa.

Non vuole niente da noi: vuole solo offrirci il suo amore.

Però tante volte c’è un guaio: il Signore suona e noi non gli apriamo; occupati, stacchiamo per non essere disturbati.

Può capitare anche in questo Natale, presi come siamo da tanti aspetti secondari che, a volte, non c’entrano niente con questa festa.

Viene nel gesto più importante che ha compiuto e che rinnova ogni volta nell’Eucaristia, nella Messa: vuole suggerirci con la sua parola le indicazioni perché possiamo spendere bene la nostra vita, vuole nutrirci con il suo Corpo nella comunione.

Ma viene anche nella persona di chi si trova in difficoltà a livello economico per la mancanza di un lavoro, per l’insicurezza della casa e si aspetta un po’ più di attenzione e un intervento da parte nostra, senza demandare ad altri l’impegno.

Viene in quei genitori che si pongono il problema dell’educazione dei figli, trasmettendo loro, con la testimonianza, i valori fondamentali e che si trovano in difficoltà perché spesso devono andare controcorrente rispetto alla mentalità dell’ambiente.

Viene, soprattutto, in questi giorni di festa, nelle persone che sono sole, che si sentono emarginate alle quali mancano legami di affetto e si aspettano qualcuno che riempia la loro solitudine.

Ma viene anche per aiutarci a gustare la gioia della festa, una gioia fatta di cose piccole e semplici.

Accogliamolo, non lasciamolo fuori: è Lui il Festeggiato; è Lui che viene a portarci un po’ di serenità che magari inseguiamo da tempo: non soffochiamo la sua presenza con tante cose.

Il Natale ci faccia trovare Gesù e, con Lui, il bandolo della nostra esistenza, il gusto dell’essenziale, il sapore delle cose semplici, la fontana della pace a cui poter attingere sempre, la gioia del dialogo, il piacere della collaborazione, la voglia dell’impegno a favore di tutta la comunità.

A tutte le nostre famiglie i più sinceri auguri di un Santo Natale del Signore.

Don Claudio

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.