Antiche ricette del territorio: una richiesta di aiuto

131

 

Buongiorno a tutti! Siamo Arianna e Maria Teresa e da febbraio 2020 siamo impegnate presso la Pro Loco di Caselle Torinese in un progetto di Servizio Civile denominato “Ricerca identitaria sul cibo”. Il nostro progetto si pone come obiettivo generale la riscoperta di antiche ricette culinarie piemontesi, con un’attenzione particolare rivolta a quelle legate ai territori di Caselle Torinese e delle Valli di Lanzo.

A causa dell’emergenza COVID-19 abbiamo svolto i nostri primi mesi di Servizio operando da remoto, ma questo non ci ha impedito di riuscire a raccogliere materiale interessante, come alcune interviste a produttori locali facenti parte del circuito Maestri del Gusto della Camera di commercio di Torino, approfondimenti relativi a prodotti del Paniere dei prodotti tipici della Provincia di Torino e la ricetta del dolce tipico casellese, il pan gindru.

Ora avremmo bisogno del vostro aiuto. Invitiamo pertanto chiunque di voi desideri offrire un contributo (non monetario) alla cultura immateriale casellese e al nostro appassionante progetto a prendere contatto con noi per condividere ricette che contengano almeno uno dei seguenti prodotti: salame di turgia, salampatata, salame di capra, patata di montagna, toma di Lanzo, toma del lait brusc, miele delle Valli di Lanzo,  castagne delle valli di Lanzo, mele delle valli di Lanzo, pere delle valli di Lanzo, piccoli frutti della provincia di Torino, grissini (stirati o rubatà).

Sono inoltre assai gradite informazioni e curiosità sui metodi di preparazione di canestrelli, torcetti, paste di meliga, giandujotti, cioccolatini e caramelle della tradizione torinese, toma di Lanzo, toma del lait brusc, salame di Turgia, salampatata e salame di capra.

Infine, chiediamo ancora a chi fosse a conoscenza di ricette antiche che intrattengano un legame col nostro territorio, magari trasmesse dai nonni o dalle generazioni che ci hanno preceduto, così come di metodi tradizionali di conservazione, lavorazione e cottura dei cibi (tecniche di essiccazione o di salagione, per fare un esempio tra tanti), di scriverci per raccontarci qualcosa al riguardo.

Ringraziando tutti voi in anticipo per i preziosi apporti che darete alla nostra ricerca, vi forniamo i nostri recapiti e-mail:

 [email protected]

 [email protected]


Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.