Ripartire o meno con i campionati? La Don Bosco Caselle ha deciso di rinunciare alla ripresa delle attività. Nelle settimane scorse le Federazioni e gli Enti di Promozione Sportiva hanno messo in campo iniziative formali e/o sostanziali volte a concedere il riconoscimento di “interesse nazionale” a una serie di campionati per poter dare nuovo avvio ad alcune categorie delle rispettive discipline.
L’ASD Don Bosco Caselle ha partecipato attivamente alle varie riunioni di confronto su questo tema e, dopo ampia riflessione al proprio interno, ha optato per non aderire alla ripresa delle attività nell’ultima parte di questa martoriata Stagione. Per quanto riguarda la squadra di Calcio a 11 la rinuncia è legata alla presa d’atto della mancanza di rafforzamento dei protocolli sanitari rispetto a quelli in essere a inizio di stagione sportiva. Per quanto riguarda, invece, la squadra di Calcio a 5, le incertezze sulle caratteristiche della formulazione del nuovo campionato, unite alle difficoltà organizzative ed economiche associative (relativamente in particolar modo alla gestione delle procedure anti-COVID e delle strutture di gara), hanno portato alla decisione di rinviare l’appuntamento sui campi alla prossima stagione. Decisioni sofferte. Rimanendo in tema di “politiche sportive” auspichiamo che le Federazioni che hanno deciso di far pagare comunque la totalità dei costi di iscrizione al campionato, sebbene interrotto ad ottobre, ritornino sui propri passi e che, a livello governativo, venga rivista la palese disparità delle restrizioni legate al Covid-19 tra le attività delle Federazioni e quelle degli Enti di Promozione Sportiva.
Lasciamo ancora una volta il presente per continuare il nostro viaggio nei ricordi e nella nostra storia e riprendiamo dalla Stagione 2006/2007: stagione molto impegnativa e particolarmente entusiasmante in quanto ha visto l’Associazione impegnata in alcune iniziative di particolare rilievo anche in un’ottica di futuro dell’Associazione stessa. Il riferimento è, innanzitutto, alla nascita del settore giovanile di Calcio a 5. Nato, di fatto, nei mesi precedenti, da una felice intuizione del mai dimenticato Romano Biolatto, il settore giovanile muove i suoi primi passi proprio in quella stagione sportiva presentandosi in alcune occasioni pubbliche per poi aprirsi l’anno seguente ai primi veri e propri campionati. Nella stessa annata nascono anche la squadra denominata “C” di Calcio a 5, partecipante al campionato PGS categoria Libera, ed un’altra squadra di Calcio a 5 maschile aderente al campionato UISP adulti. Ma non è tutto: la DBC organizza e ospita nella nostra cittadina le Finali Nazionali del Campionato di Calcio a 5 Categoria Liberi delle PGS. Un grande evento, con la partecipazione di squadre provenienti dalla Calabria, dall’Emilia Romagna, dal Piemonte, dalla Sardegna e dalla Sicilia. Una “4 giorni” di grande intensità che ha unito, in un clima di amicizia e collaborazione, sport, cultura, aggregazione e fede. Tra gli appuntamenti del ricco programma preparato per l’occasione non possiamo non ricordare l’accoglienza straordinaria delle reliquie di San Domenico Savio in occasione del 150° anniversario della sua morte e le pregevoli mostre filatelica e artistica sulla figura di Don Bosco.

 

Cosma Gabriele nato a ciriè TO il 5 marzo 1991, studi presso l’istituto superiore alberghiero F.Albert con ottenimento di qualifica sala/bar più diploma di ristorazione; professione cameriere dal 2011 con esperienze nei ristoranti: La credenza di San Maurizio canavese, Pier Bussetti al castello di Govone, relais Bella Rosina presso il parco La Mandria e dal 2012 presso Antica Locanda dell’Orco di Rivarolo canavese.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.