Tramanda: fortunato titolo di una manifestazione che si tiene a Chieri da due anni: cose da tramandare, cose che hanno trama, pensieri che si intrecciano. Un’offerta di creatività per gli artisti più giovani, ma anche per quelli già esperti e riconosciuti nel mondo come rappresentanti dell’arte tessile. Da alcuni anni ad Artissima abbiamo cominciato a vedere installazioni con fili e tessuti, ora ci sono in tutto il mondo mostre e concorsi dedicati solo ad opere di questo tipo: la Fiber Art. Non resteremo più a bocca aperta davanti a ricami classici, ma ci sorprenderemo per la creatività e la poesia con cui gli artisti hanno saputo raccontarci le loro storie, la loro visione del mondo, utilizzando il mezzo tessile. Chieri può vantare una tradizione di arte tessile che risale al Medioevo ed è stata pronta a sentire il vento di queste novità.
I percorsi artistici che arricchiranno le vie e le location più in vista, sono stati studiati per narrare ai visitatori  la tradizione tessile della città e la sua evoluzione artistica approdata alla Fiber Art.
Leggiamo nella presentazione: “Quando si parla di Fiber Art a Chieri si parla della Collezione Civica Trame d’Autore, progetto istituzionale che prende vita nel 1998 nell’ambito delle omonime Biennali, organizzate su idea dell’artista olandese Martha Nieuwenhuijs e che oggi conta quasi 200 opere di caratura internazionale.
Una collezione che continua ad essere arricchita grazie allo Young Fiber Contest, concorso internazionale destinato ai giovani Fiber Artists under 35  che, nel loro percorso poetico e formale esprimono lo spirito della filosofia Fiber.”
Le opere che ho visto nel percorso tra le vie di Chieri sono tutte molto belle: nella vostra passeggiata, partite dall’Imbiancheria del Vajro, entrate a Palazzo Opesso, al Museo del Tessile e da Bonetto arredamenti e poi a Casa Martini a Pessione. Resterete ammirati. Le mostre dureranno fino al 15 gennaio 2022.
Il sabato e la domenica sono aperti con orario 9,30-12,30 e 15,30-18,30.
All’Imbiancheria troverete anche l’opera di… artiste che Cose Nostre conosce bene!

Braidotti M.Nazzarena in Gaiotto Nata a Ciriè(To), tre figli, ex insegnante a Caselle, vive a Torino. Laurea in Lettere con una tesi sul poeta P.Eluard, su cui ha pubblicato, per Mursia, un “Invito alla lettura”. Grandi passioni: la scrittura, tenuta viva nella redazione di “Cose Nostre” e altri giornali locali e l’acquerello.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.