servizi_e_disservizi

Alla redazione di Cose Nostre continuano a pervenire numerose segnalazioni di immondizia abbandonata un po’ ovunque sul territorio casellese, ovviamente con una predilezione, da parte degli incivili responsabili, per le zone periferiche.

Le mini-discariche sono davvero un pugno nell’occhio per il decoro della nostra cittadina. Il giorno 29 gennaio scorso, abbiamo scattato cinque foto esemplificative del fenomeno, ma avrebbero potuto essere molte di più (ed invitiamo i cittadini a segnalarci ulteriori casi): si va dal parcheggio del C’Entro, all’adiacente zona intorno all’Ecocentro (con due sacchi abbandonati addirittura davanti all’ingresso del sito!), al Port dij Gaj.

Abbiamo contattato l’assessore all’Ambiente Giovanni Isabella, fermo restando che il problema è a monte, ovvero nella scarsa educazione civica di chi butta l’immondizia per strada, magari a pochi metri dall’Ecocentro.

Il commento dell’assessore Isabella: “Siamo stufi e senza parole. E’ incredibile il livello di inciviltà e menefreghismo di alcuni, per fortuna pochi, nostri concittadini che sembra si divertano a sporcare il nostro territorio, oltretutto con un Ecocentro che, dopo i drastici cambiamenti, ora funziona davvero bene.

Non c’è più neanche la scusa della scarsa apertura: ora è aperto sei giorni su sette (tranne la domenica), dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 16. Più di così, non saprei! Oltretutto è gratis!

E’ evidente come ci sia un problema di educazione civica e su quello c’è poco da fare in tempi brevi. D’altronde se si continuano ad abbandonare rifiuti davanti al centro con il centro aperto… L’unica cosa che posso fare è chiedere di aumentare il passaggio delle pattuglie della Polizia municipale nelle zone più sensibili, chiedendo magari anche la collaborazione dei Carabinieri, ma questi incivili aspettano il buio per disfarsi dei rifiuti.

A giugno dovremmo anche installare le nuove telecamere intorno all’Ecocentro di via delle Cartiere, ma tutto questo non basterà se non cambia la testa di chi, ricordiamolo, commette un reato”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.