CASELLE CALCIO 2012Mese tutt’altro che facile per il Caselle Calcio. Fatale la brutta sconfitta interna patita con lo Charvensod che ha portato all’esonero dell’allenatore Di Muro, il mister che ci aveva condotto alla promozione un torneo fa. Laconico e formale il comunicato della società: “L’USD Caselle calcio annuncia la rescissione consensuale con il tecnico della Promozione Andrea Di Muro artefice della cavalcata dello scorso anno, per migliorare l’attuale situazione di classifica. Un ringraziamento per tutto quello fatto e dimostrato ed un grosso in bocca al lupo per gli incarichi futuri.”

Passati pochi giorni, ecco l’annuncio del nome del nuovo coach, Pino Perziano, buon attaccante ai suoi dì, uscito vincitore dal ballottaggio con Gianmarco Stefanetto, il nome più caldo fino a qualche ora prima dell’annuncio ufficiale. Perziano vanta un curriculum notevole ai nostri livelli, avendo allenato tra gli altri Bsr Grugliasco, Mirafiori e San Mauro con cui vinse anche un campionato.

Perziano ha avuto davvero poco tempo per conoscere al meglio la rosa di giocatori a sua disposizione che già si approssimava un bello scoglio da superare: il derby fuori casa con La Nolese.

Match non bello, deciso da un rigore  nolese all’inizio del primo tempo. Pur provandoci i nostri non sono riusciti a portare a casa il pareggio che avrebbero meritato. La prestazione è stata più che discreta e vanno segnalati gli esordi positivi  di Gianluca Nezi, classe 2001, e di Lorenzo Vadrucci, classe 2003, che dopo l’esordio con l’Under 19 è entrato nel primo tempo al posto di Tano Alestra, capitano sfortunato e in procinto di lasciare i rossoneri.
Nel convulso mercato dei dilettanti Alestra, esperto centrale difensivo, dopo tante battaglie lascia Caselle per unirsi al Venaria. Una perdita importante per il presidente Pertosa e il ds Balluardo, alla luce di quanto continua a succedere in campo.

Dopo la settimana di grave maltempo con sospensione di tutti i campionati, ecco il Caselle ricevere il Venaria. E ne è uscita una sconfitta pesante, quanto il terreno su cui s’è disputato il match.

Avvio brillante del Venaria, subito in pressione nella metà campo dei nostri. Poco prima della mezzora, Venaria in gol: azione devastante di Di Bari che parte da metà campo, ne salta tre in slalom e di sinistro fulmina Leone. Cinque minuti dopo ecco il raddoppio di Celozzi. Al 38′ terzo gol dei cervotti: Dosio, favorito da una pozzanghera in mezzo all’area che sistem al meglio il pallone, trafigge uno sfortunatissimo Leone.  Ad inizio secondo tempo rigore per noi che Le Pera trasforma e riaccende la reazione dei rossoneri. Il Caselle prova ad essere più aggressivo, ma il Venaria è ben messo in campo e  vanifica le iniziative rossonere.  A poco a poco il Venaria riprende campo e  si riporta in avanti, dapprima sfiora il poker colpendo l’incrocio dei pali, poi ecco la quarta rete in chiusura di tempo: l’ex Udinese e Toro Pasquale imbuca perfettamente per D’Agostino: palla in mezzo per l’accorrente Nicoletti che centra l’angolino, condannando il Caselle in piena zona playout.

Per evitare che la crisi si prolunghi, Pertosa e Balluardo si sono mossi subito sul mercato: perso, come detto, Alestra ecco quattro innesti: si tratta del difensore ex Gassino e San Mauro Alessio Marocco, dei centrocampisti Di Lucia e Rizzi (già al Mirafiori con Perziano, ex Pertusa e Banchette) e dell’ex Esperanza Simone Melillo.

Basterà per di dare fiato ai nostri?

Nel match fuori casa giocato sul campo del Lascaris, domenica 8 dicembre,  i nostri purtroppo sono incappati nella terza sconfitta consecutiva: 2 a 1 a favore dei padroni di casa. Non è bastato il gol del solito Tony Le Pera. Caselle sempre più relegato al terz’ultimo posto.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.