Bellissima iniziativa quella avviata dalla sezione Lions Club Caselle Torinese Airport per la

raccolta degli occhiali usati.

Moltissime richieste provengono non solo dall’Africa, ma anche da zone disagiate dell’Italia, dove mancano risorse e un paio d’occhiali diventa gioco forza il buon ultimo nella lista dei bisogni.

Così ci precisa il Presidente Lions dottor Stefano Dinatale, il quale in prima persona nel suo ambulatorio ha predisposto l’apposito raccoglitore, così come se ne trovano in diversi altri punti commerciali della città.

I pezzi vengono poi selezionati, riparati quando necessario, ripuliti, sanificati e catalogati in funzione del tipo di lente. Un lavoro questo offerto gratuitamente a cura del negozio di “Ottica Novecento “ della nostra città, dalla dottoressa Patrizia Brentan, che poi invierà il materiale al “Centro Italiano Lions Raccolta Occhiali Usati” a Chivasso.

In questo sito un successivo lavoro di catalogazione e inserimento su un portale di tutta l’occhialeria pervenuta, servirà per mettere  in rete una sorta di archivio dell’usato, utile agli enti accreditati per formulare le richieste dei loro bisogni.

La solita foresta che cresce senza fare rumore.

Ricordiamo quindi a tutte le famiglie di guardare nei loro cassetti e nelle loro cianfrusaglie se dispongono di occhiali usati, purché in buono stato, di qualunque tipo o forma e di farli pervenire presso i seguenti punti raccolta:

-Dottor Stefano Dinatale, Medico di Famiglia, Caselle Torinese Via Roma 19

-RSA “Nuovo Baulino”, Caselle Torinese-via Aldo Moro 33

-Ottica Novecento Caselle Torinese, via Torino 69

-Studio Dentistico San Grato, Caselle Torinese, strada Filatoio 41

-Dottor Renato Turra, Pediatra di Libera Scelta, Caselle Torinese, via Savonarola 12

-Ortopedia Vietti Caselle Torinese, Via Cravero 23

-Dottoressa Laura Goia, medico di famiglia, Mappano, via Raffaello Sanzio 15.

-Farmacia dell’Assunta, Caselle Torinese , Via Circonvallazione,34

Un cassetto sarà un po’ più libero, ma l’occhiale e la sua lente potranno diventare invece per molti motivo di gioia per poter gustare nuovamente il piacere di leggere e di scrivere.

Articolo precedenteIl Gruppo Nuvolau,  la Croda da Lago, Pelmo
Articolo successivoIl massacro di Villarbasse
Mauro Giordano
Sono nato a Torino il 23 settembre 1947, dove ho studiato e lavorato in tre aziende del settore servizi fino a tutto il 2005, quando, raggiunta l’età pensionabile ho potuto lasciare tutti i miei incarichi. Risiedo a Caselle dal 1970, anno in cui mi sposai trasferendomi da Torino nella nostra città. Fin dal 1970 ebbi l’onore di conoscere ed apprezzare il fondatore del mensile Cose Nostre, il dottor Silvio Passera, il quale fin dal primo numero mi propose di scrivere notizie relative alla Croce Verde, ente di cui facevo parte come milite a Torino e poi come milite della Sezione di Borgaro, poi divenuta Sezione di Borgaro-Caselle essendo stato il fondatore del sodalizio nel 1975. Una più corposa collaborazione con il giornale è avvenuta negli ultimi tempi e sotto la direzione di Elis Calegari, anche per effetto del maggiore tempo disponibile. Attualmente collaboro - con piacere e simpatia -anche alla stesura di notizie generali, ma sempre con matrice sociale. I miei hobby sono sempre stati permeati da una grande curiosità di tutto ciò che mi circonda: persone, fatti, lavoro, natura, buon umore e solidarietà. Ho avuto modo di conoscere tutta l’Italia, ed è questo il motivo che ora desidero dedicare tempo a “Cose Nostre”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.