Sono ormai passati quattro anni dalla nascita del nuovo Comune di Mappano. I contenziosi insorti su tanti fronti, e in particolare le pendenze economiche nate fra i comuni cedenti e la nuova municipalità, si sono trascinate finora, ma la voglia di chiudere sembra ora prevalere.

C’era già stato, a fine giugno scorso, l’accordo bilaterale fra il sindaco Grassi di Mappano e la sindaca Piastra, che ha sistemato le pendenze relative in particolare al canale scolmatore che serve a Settimo ma corre per buona parte su territorio mappanese.

Nella mattinata di mercoledì 4 agosto si è aperto il tavolo di trattativa, bilaterale, fra Mappano e Caselle. L’incontro, sollecitato anche dalla Prefettura, si è svolto a Caselle, nel municipio di piazza Europa. La riunione, a cui ha partecipato anche il segretario generale della Città Metropolitana Alberto Bignone, è servita a impostare l’attività e stendere l’agenda delle partite aperte.

Per il sindaco di Caselle Luca Baracco il clima dell’incontro è stato costruttivo e collaborativo, tanto da far ben sperare per il prosieguo della trattativa. Anche il sindaco Grassi, nel comunicare che altri tavoli di trattativa partiranno a settembre con Borgaro e Leini, ha espresso l’auspicio di poter chiudere entro il 2021.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.