Adeguamento sismico e nuovi spogliatoi, questi gli interventi completati al plesso della Scuola Secondaria di primo grado “Andrea Remmert” di San Maurizio Canavese. Trattandosi di lavori invasivi, per non interferire con l’attività didattica sono stati realizzati in due macrofasi: la prima durante le vacanze estive del 2020, la seconda durante le vacanze estive appena concluse. L’intervento è stato completato rispettando le tempistiche, consentendo così al Comune di consegnare all’Istituto Comprensivo l’edificio pronto e completamente rinnovato fin dal primo giorno di scuola. «Si tratta di un’opera molto importante per la sicurezza dei nostri edifici scolastici – ha commentato Franco Picat Re, consigliere comunale con delega all’Edilizia Scolastica – La “Remmert” era già stata oggetto nel corso degli anni di una serie di opere per renderla sempre più funzionale ed accogliente per i nostri ragazzi. Ora l’intervento di adeguamento sismico ha aggiunto un nuovo importante tassello rendendo l’edificio ancora più sicuro».

Parallelamente ai lavori di adeguamento sismico, si è anche intervenuti sulla palestra annessa alla scuola, con la demolizione dei vecchi spogliatoi e la costruzione, sul lato opposto, di un nuovo blocco di spogliatoi più capiente, funzionale e confortevole. «Anche questa è un’opera particolarmente significativa, perché interessa sia la scuola sia le associazioni sportive – spiega Antonio Zappalà, consigliere comunale delegato allo Sport – Oltre che dagli alunni per le lezioni di educazione fisica, infatti, la palestra della “Remmert” è utilizzata in orario extrascolastico anche da numerosi sodalizi sportivi locali per gli allenamenti».

Il nuovo blocco comprende spogliatoi maschili e femminili, spogliatoi per insegnanti e allenatori, servizi igienici, docce, infermeria e locali di sgombero. Adeguata sistemazione è stata data anche all’area esterna, che sarà in parte seminata a prato e che è stata rifinita in maniera da inserirsi armoniosamente nell’architettura dello storico plesso scolastico. Un’opera – quella complessiva sulla “Andrea Remmert” tra adeguamento sismico e nuovi spogliatoi della palestra – particolarmente impegnativa anche dal punto di vista economico, dal momento che ha comportato un investimento di circa 755mila euro. Buona parte di questa cifra, circa 510mila euro, è però stata coperta dal contributo che a suo tempo il Comune aveva richiesto e ottenuto dalla Regione Piemonte nell’ambito della programmazione regionale per l’assegnazione di contributi di edilizia scolastica.

Un intervento analogo a quello eseguito sulla “Remmert” è pianificato dall’Amministrazione comunale sanmauriziese sull’edificio della scuola primaria “Fratelli Pagliero” di via Madonna della Neve. Anche in questo caso si tratta di un’importante opera di adeguamento sismico. La “Fratelli Pagliero” è una struttura ancora “giovane”, ma ugualmente non rispondente alle ultime norme antisismiche, poiché costruita prima della loro emissione. Anche in questo caso l’intervento di adeguamento è stato inserito nella pianificazione, ottenendo inoltre un contributo regionale di 945mila euro a copertura dell’investimento. Una prima parte di lavori è stata svolta durante le ultime vacanze scolastiche estive, sempre per non interferire con l’attività didattica, e si è conclusa in tempo per accogliere i bambini all’inizio del nuovo anno scolastico. Ora, anche per la “Pagliero”, come per la “Remmert”, spazio alle lezioni e poi, nelle vacanze estive 2022, il completamento dell’intervento.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.