4.9 C
Comune di Caselle Torinese
martedì, Febbraio 27, 2024

Si prospetta un 2023 intenso per Il Flauto di Pan

Ne parliamo con il direttore Alessandro Padovani

L’anno che si sta per chiudere è stato, anche per Il Flauto di Pan, il laboratorio di musica di San Maurizio, un anno di ripartenza. Ne parliamo con il direttore Alessandro Padovani, che del laboratorio fu ideatore e fondatore, nel 1999.

Direttore, come stanno andando i vari corsi di formazione musicale che proponete, e qual è il bacino di utenza?

Dopo la pausa del Covid, siamo tornati ai nostri numeri abituali. Circa 130 allievi, suddivisi fra le varie fasce d’età. Non solo bambini: abbiamo anche circa un 10% di maggiorenni, e anche qualche pensionato. Per quanto riguarda la provenienza, due terzi sono di San Maurizio, il resto dal ciriacese e Valli di Lanzo, ma tanti da Torino e dalla collina torinese; fortunatamente, il passaparola funziona molto.

Parliamo di  MuViLab, il metodo di formazione musicale che tanto interesse ha suscitato anche al di fuori dei confini locali. Ha fatto notizia la visita che avete fatto a inizio settembre in Sicilia, ad Acireale, per esporre l’utilizzo del metodo in alcune scuole di quella città.

Sì, MuViLab, che è un acronimo che sta per Musica Viva in Laboratorio, ci sta dando molte soddisfazioni. Attualmente, basato sull’utilizzo di quel metodo didattico, la nostra Fondazione ha attiva una convenzione triennale con Istituto Comprensivo di Crescentino e Comune di Crescentino, che ha finanziato il progetto. Un’altra convenzione analoga è stata stipulata con l’Istituto Comprensivo Piergiorgio Frassati di Torino.

Quest’anno avete anche lanciato il progetto “Futuro Musica”. Di cosa si tratta?

“Futuro Musica” è un progetto, partito in primavera, che ha lo scopo di raccogliere fondi, tramite partenariato e sponsorizzazioni, per consentire di coprire le spese a giovani vocati che mirino a fare della musica la loro professione. Il progetto consentirà ad esempio lo scambio formativo fra allievi del Flauto di Pan e del Liceo Musicale di Vercelli.

Altre novità, per il 2023?

Un’iniziativa su cui stiamo lavorando, con Comune e Fondazione, si chiama “Viva la musica” e consentirà di portare qui a San Maurizio 500 bambini da varie scuole del Piemonte. C’è già una possibile data, il 25 maggio 2023, per quella che sarà una bellissima giornata di festa che si chiuderà con un grande concerto collettivo. Sono iniziative che servono a motivare e dare carica a tutti quelli che ci seguono, nonché a sviluppare nuovi contatti.

Infine, tornerà nel 2023 la rassegna di concerti Musicae Donum, saltata nelle edizioni 2020 e 2021?

Senz’altro sì; Musicae Donum, tornerà. Penso che per febbraio il calendario sarà pronto, con vari eventi distribuiti da maggio a settembre. Come per le passate edizioni 2018 e 2019, che ci erano state affidate dall’Amministrazione Comunale, sarà un’ottima opportunità di godere musica, che non sia di nicchia ma fruibile da tutti nelle belle “location” disponibili qui a San Maurizio.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Paolo Ribaldone
Paolo Ribaldone
Dopo una vita dedicata ad Ampere e Kilovolt, ora dà una mano a Cose Nostre

- Advertisment -

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi ogni giorno, sulla tua casella di posta, le ultime notizie pubblicate

METEO

Comune di Caselle Torinese
pioggia leggera
4.9 ° C
6.5 °
3.7 °
89 %
1.5kmh
100 %
Mar
7 °
Mer
10 °
Gio
16 °
Ven
14 °
Sab
10 °

ULTIMI ARTICOLI

Senza logica

0
Lunedì 29 gennaio i tecnici incaricati dall’Amministrazione hanno presentato il progetto di Piano Particolareggiato che riguarda l’edificazione nelle aree RN1A (i terreni compresi tra...

Le cinque giornate

Insieme si può