caselle_layout_luglio17_marco.inddSono ormai riprese a “pieno regime” tutte le attività della nostra Comunità: anche la “macchina comunale” nello scorso mese di settembre ha messo in essere importanti iniziative che cercheremo qui brevemente di sintetizzare rispettando lo spazio gentilmente concesso ai Gruppi Consiliari.

Innanzitutto ci preme sottolineare come la piena collaborazione tra Amministrazione Comunale ed associazioni del territorio abbia portato all’elaborazione di un cartellone di eventi in occasione della Festa Patronale come raramente si era visto negli ultimi anni: migliaia sono state le persone coinvolte in decine e decine di appuntamenti distribuiti lungo tutto il mese. Un plauso a tutti coloro che hanno lavorato per rendere ancora più bella ed accogliente la nostra Città.

Sono proseguiti anche nel corso della pausa estiva e continuano in queste settimane gli importanti e numerosi interventi sulla Città: tra questi desideriamo ricordare i lavori in via Torino (ormai quasi in “dirittura di arrivo”), l’area sgambamento cani (di prossima inaugurazione), la messa in sicurezza di alcune strade (marciapiede e percorso pedonale protetto in strada Salga, incrocio rialzato su via Vietta,…), l’avvio della manutenzione degli asfalti stradali (operazione che proseguirà ancora per parecchio tempo)… e altri interventi utili per migliorare la qualità della vita dei cittadini.

Due sono state le sedute del Consiglio Comunale nello scorso mese di settembre: la prima, lunedì 18/09/2017, dedicata al fenomeno della caduta delle tegole a causa del sorvolo degli aeromobili ed alle tematiche connesse alla presenza dell’Aeroporto; il secondo, giovedì 28/09/2017, dedicato all’approvazione del Bilancio Consolidato e della ricognizione delle Società Partecipate del Comune. In particolare, nella prima delle due sedute, svoltasi alla presenza dei Dirigenti di SAGAT, società che gestisce lo scalo “Sandro Pertini” di Caselle T.se, è stata occasione per ribadire l’importanza del Protocollo d’Intesa elaborato dall’Amministrazione Comunale (e che andrà in approvazione nelle prossime settimane): si tratta, infatti, di una sperimentazione, al momento unica in Italia, volta a dare una prima concreta risposta ai cittadini che si trovano a convivere con questa problematica dai risvolti sia economici sia di sicurezza.

Significativi anche i risultati raggiunti dell’Unione dei Comuni NET: siamo, infatti, lieti di comunicare che il progetto nell’ambito del Programma Sperimentale Nazionale sulla mobilità sostenibile “Casa-Scuola e Casa-Lavoro” presentato ad inizio anno dal Comune di Caselle T.se insieme agli altri Comuni aderenti a NET è risultato finanziato dal Ministero dell’Ambiente. Su oltre cento progetti presentati a livello nazionale, quello dell’Unione dei Comuni si è classificato al 25° posto in graduatoria.

Sul nostro territorio arriverà un milione di Euro per finanziare interventi quali percorsi ciclopedonali, bike-parking, Pedibus, educazione stradale,… Un esempio di come la progettazione comune fatta a livello di Unione NET può portare a risultati importanti e difficilmente raggiungibili da soli. Similmente, sempre in ambito NET, si è provveduto a inoltrare alla Città Metropolitana di Torino le osservazioni al Piano Strategico: i nostri Comuni hanno maturato ormai da alcuni anni la cultura del “lavoro di squadra” che, attraverso la partecipazione a programmi complessi, ha consentito di sviluppare una capacità di programmazione ed attuazione di interventi di valore strategico a sostegno del razionale sviluppo socioeconomico del territorio dell’Unione condividendo una visione complessiva, unitaria ed identitaria degli assetti territoriali. Prosegue in spirito di collaborazione, seppur con molta fatica (fatica che nasce dalla complessità dell’operazione e dalle carenze della Legge Regionale n° 1/2013), il cammino per il corretto funzionamento de Comune di Mappano: ad oggi nessuna bozza di convenzione è ancora giunta dalla Città Metropolitana ed i Comuni si trovano ad operare in “territorio inesplorato”.

Daremo maggiori informazioni nei prossimi articoli.

Condividi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here