01Sabato 25 novembre trecentottanta persone si sono  unite per dire basta alla violenza contro le donne ed hanno partecipato ad una camminata di quattro chilometri e mezzo per le vie di Caselle. La manifestazione dal titolo “Liberi di muoversi” è stata organizzata dall’Assessorato Pari Opportunità e Sport in collaborazione con le associazioni sportive (UISP, FILMAR, Caselle Volley e Atletica Casellese) e quella dei commercianti locali e ha raccolto risorse da destinare all’associazione “Il cerchio degli uomini”, alle case rifugio e altri centri antiviolenza nati per dare sostegno e protezione a chi vuole uscire da situazioni penose e pericolose.
Erano presenti il sindaco Luca Baracco, l’assessore Angela Grimaldi e Giovanni Isabella, assessore al bilancio, ospite d’eccezione Monica Cerutti, consigliere regionale alle pari opportunità, che nel suo discorso ha lasciato un monito: – La violenza potrebbe essere anche la nostra vicina di casa, non possiamo ignorarla  –  aggiunge poi – il senso di questa marcia è proprio il coinvolgimento di tutti; dobbiamo essere pronti a lavorare ad una cultura del cambiamento. Senza l’aiuto dei cittadini è più difficile uscire dalla violenza, dobbiamo essere tutti coinvolti nella cultura del cambiamento. –

La camminata ha raccolto le ultime adesioni sotto la tensostruttura allestita in piazza Boschiassi, per partire poi da Via Cravero. Un percorso che ha toccato molte vie del centro.
Chi ha preso parte alla marcia indossava qualcosa di arancio, il colore che dall’anno scorso contraddistingue la protesta contro la violenza femminile.
Un gruppo di donne portava persino un passamontagna di color arancione, come chiaro riferimento alla costrizione del burkha.
Erano presenti uomini, donne, giovani, anziani e bambini, chi camminava e chi correva, tutti con grande coinvolgimento.
“Sono molto soddisfatta per la partecipazione così numerosa, ma anche per la collaborazione che ci è stata data dalle associazioni”, ha commentato Angela Grimaldi, in prima fila nell’organizzazione della manifestazione. Premiate infine le più giovani (Serena 4 anni e Nadine 3) e la più anziana partecipante Adele Paoli.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here